mercoledì, 21 Febbraio 2024

Cresce sempre più a Matera l’attenzione del pubblico
verso il Fadiesis Accordion Festival.
Il festival internazionale fisarmonicistico, ideato otto anni fa a Pordenone
dal Maestro Gianni Fassetta e che dal 2012 si apre con tre giornate di concerti
nella città dei Sassi, ha saputo conquistare un pubblico vasto ed eterogeneo. Con
una media di oltre 150 spettatori per ciascuno dei quattro concerti proposti,
il Fadiesis Accordion Festival chiude questa settima edizione materana con un
bilancio più che positivo.

“Matera ci accoglie ogni anno con rinnovata curiosità
verso il festival e verso la fisarmonica – afferma Gianni Fassetta direttore
artistico del Fadiesis Accordion Festival – il pubblico è, di anno in anno,
sempre più numeroso. Ed è, particolare che apprezziamo molto, un pubblico
esigente: vuol conoscere, vuol ascoltare le diverse anime dello strumento a
mantice. Abbiamo infatti notato che il nostro è un pubblico “fedele”, un
pubblico che segue tutti gli appuntamenti del festival e non il singolo
concerto”.

Un pubblico che, in questa edizione materana, ha
potuto apprezzare tre diverse declinazione del mantice, la fisarmonica, il
bayan e il bandoneón, e la sua  versatilità e ricchezza espressiva con
concerti che hanno presentato programmi che dal classico hanno virato al
contemporaneo senza dimenticare Astor Piazzolla e i suoi famosissimi tanghi.

“Fra le esperienze d’ascolto del Fadiesis 2018 –
prosegue Fassetta – sono certo che il pubblico non potrà dimenticare la
virtuosistica esecuzione di “Quadri da un’esposizione” di Musorgskij che ci ha
regalato Alexander Hrustevich, uno tra i più grandi bayanisti del mondo. E
ancora il “Concerto per Fadiesis”, dedicato alla nostra associazione musicale
dal compositore e interprete di livello internazionale il Maestro Cesare
Chiacchiaretta. Un concerto per la cui esecuzione, prima volta nella storia
della nostra manifestazione, ha fatto incontrare sul palcoscenico di Matera
un’orchestra della Basilicata e una del Friuli Venezia Giulia”.

Fra i brani presentati in prima esecuzione assoluta,
nell’ultimo appuntamento del festival, anche “Ogni tanto a Matera…” dell’autore
materano Antonello Tosto. L’esecuzione del trio composto dai fratelli Nicola e
Antonio Ippolito e da Vincenzo Perrone è stata scandita dagli applausi del
pubblico. Un concerto che è stato aperto dal presidente della Fondazione Matera
– Basilicata 2019, Salvatore Adduce, che ha voluto testimoniare la vicinanza al
Fadiesis Accordion Festival: “Da sette anni questa rassegna si svolge a Matera
e porta in città musicisti di fama internazionale. Gli organizzatori del Fadiesis,
ben prima della designazione a Capitale europea della cultura per il 2019, si
sono rivelati autentici abitanti culturali di Matera”.

“Il festival fisarmonicistico si è giovato quest’anno
di importanti collaborazioni – ha ricordato il referente a Matera dell’Associazione
musicale Fadiesis e organizzatore in città della manifestazione, Gennaro
Loperfido – con il Polo museale regionale della Basilicata abbiamo presentato,
nell’ambito della Giornata del Contemporaneo due giovani talenti della
fisarmonica Giuseppe De Nitto e Tiziano Zanzarella, che hanno catturato
l’attenzione dei tanti presenti a Palazzo Lanfranchi con un concerto non di
facile ascolto. Doppia collaborazione per il concerto di apertura del Fadiesis:
con il Santuario San Francesco da Paola e con la Fondazione orchestra lucana.
Gli archi dell’orchestra lucana, perfettamente fusi e integrati con i
professori della Nuova Orchestra da Camera 
Ferruccio Busoni hanno dato vita, sotto la direzione del Maestro Massimo
Belli, a un memorabile concerto nel Santuario di San Francesco da Paola”.

Il Fadiesis si conferma un festival capace di
intrecciare positive e durature relazioni fra musicisti e realtà musicali e
culturali del Friuli e della Basilicata su proposte di qualità.

“Il calore del pubblico materano ci conferma nel
rinnovare lo sforzo organizzativo anche per il 2019 – ha affermato il direttore
artistico Gianni Fassetta – con Gennaro Loperfido, preziosa risorsa del
Fadiesis a Matera, stiamo già pensando a una nuova e più corposa edizione della
rassegna”.

“Il nostro festival, sin dai suoi esordi, si giova di
finanziamenti privati – ha concluso Gennaro Loperfido – Aziende leader in campo
internazionale del mondo della climatizzazione si sono unite nello sponsorizzare
la rassegna fisarmonicistica. Per loro abbiamo creato il claim: Il clima che fa
cultura. L’affetto del pubblico materano, l’attenzione che ci riservano le
istituzioni e la positiva collaborazione con le realtà culturali cittadine,
sono tutti elementi che ci invogliano a proseguire nel percorso intrapreso:
unire sempre più Matera e Pordenone, il Friuli Venezia Giulia e la Basilicata
sulle note della fisarmonica”.

Il Fadiesis Accordion Festival prosegue a Pordenone, dal 19 ottobre al
16 dicembre si terranno altri dieci concerti in Friuli Venezia Giulia, uno in
Veneto e uno in Slovenia.



Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap