sabato, 13 Luglio 2024

Si ferma ai quarti di finale l’avventura europea di Carmine Rutigliano, che dopo aver vinto contro il polacco Muchewicz, perde contro l’ungherese Szaraz Gergo.

Rutigliano, di ritorno da Budua, Montenegro, dove sono ancora in corso gli Europei organizzati dalla WAKO Kickboxing, federazione riconosciuta dal comitato olimpico internazionale, è uno dei 4 Atleti Juniores che, insieme a Simone Fabrizio dell’Accademia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento di Potenza del Maestro Massimo Monaco, a Lorenzo Zaccaro e Gabriel Bozza della Dynamic Center Matera del Maestro Biagio Tralli, hanno portato il titolo italiano in Basilicata e sono stati selezionati per indossare la maglia azzurra nelle competizioni Internazionali. Per questi ultimi, (causa pandemia) la convocazione è stata rimandata a Gennaio, quando si svolgerà la Coppa Europa.

“Carmine, il migliore atleta d’Italia, insieme ai suoi compagni di nazionale, i migliori, i campioni d’Italia, dopo una selezione lunga e dura, è partito per i Balcani per affrontare a sua volta, i migliori delle altre nazioni, della sigla più importante al mondo. Non abbiamo bisogno di scuse per ammettere che abbiamo perso contro un avversario che è stato più bravo. Voglio condividere tutta la mia soddisfazione al di là del risultato con tutti gli altri insegnanti che negli anni hanno contribuito alla formazione di questo ragazzo fantastico e ringraziare l’Accademia, tutta la Federkombat e il D.T. Bruno Campiglia nonché il Maestro Biagio Tralli D.T. della nazionale e Presidente Federkombat Basilicata”, il commento del Maestro Massimiliano Monaco.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap