lunedì, 22 Luglio 2024

La nuova linea ferroviaria Ferrandina-Matera sarà completata entro il 2026. Nella Sala Sassi della sede di Matera della Regione Basilicata, in via Annibale di Francia, si è svolto un incontro tecnico, a porte chiuse, per un aggiornamento sull’attuazione degli interventi relativi alla Rete ferroviaria regionale, con particolare riferimento alla nuova linea ferroviaria Ferrandina-Matera. All’incontro hanno partecipato la commissaria straordinaria di alcune opere di rilevanza nazionale e amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) Vera Fiorani, l’assessore regionale Donatella Merra, il sindaco di Matera, Domenico Bennardi con alcuni esponenti della giunta comunale e rappresentanti nazionali e regionali di Rfi.

Il progetto di collegamento della città di Matera alla rete ferroviaria nazionale avverrà attraverso una linea elettrificata a binario semplice (binario unico) per una tratta di 20 km dalla stazione di Ferandina. Costo dell’opera 365 milioni di euro. Previsti interventi di adeguamento e completamento stazione ferroviaria, i due imbocchi della galleria di Miglionico, stazione esistente di Ferrandina.

“È un giorno storico per la nostra città, un giorno atteso addirittura 150 anni. – ha affermato il sindaco Domenico Bennardi – Abbiamo finalmente la certezza che Matera sarà collegata alla infrastruttura ferroviaria nazionale entro il 2026. Nel pomeriggio di oggi, nel corso di un incontro tecnico a Matera, l’amministratore delegato di RFI, Vera Fiorani, mi ha comunicato l’impegno formale ad avviare le procedure per l’appalto dell’opera entro due mesi. Il progetto consentirà di collegare Matera con il sistema dell’alta velocità e potenziare l’offerta di trasporto pubblico in termini di frequenza e qualità. Un collegamento indispensabile per dare impulso ai settori produttivi agevolando la circolazione nazionale di persone e merci in particolar modo al comparto turistico provinciale e regionale contribuendo a far uscire dall’isolamento geografico i comuni dell’alta collina materana ed in particolare quelli di Stigliano, Aliano, Cirigliano, Gorgoglione, Accettura, San Mauro Forte. È un giorno storico per l’intera città, che corona un sogno durato troppo a lungo, che ha visto l’impegno e l’impulso di associazioni, partiti politici, cittadini, organizzazioni sindacali e produttive: insieme a loro, sento di ringraziare l’onorevole Mirella Liuzzi, autrice della risoluzione che ha impegnato il Governo ad assumere iniziative affinché all’opera fosse attribuito carattere prioritario.
Un traguardo fondamentale, che deve vedere la comunità tutta impegnata al raggiungimento dell’obiettivo successivo, cioè il prolungamento della Ferrovia dello Stato verso la Puglia. Sono già in corso valutazioni e studi di fattibilità per definire l’ipotesi di collegamento migliore.

L’auspicio è che, grazie alla collaborazione instaurata con l’A.D. Fiorani e con l’assessore regionale alle infrastrutture, Merra, si possa raggiungere anche questo obiettivo”.

Presumibilmente a dicembre, dopo il rilascio della Valutazione di Impatto ambientale da parte del ministero della Transizione ecologica, Vera Fiorani sarà nuovamente in Basilicata per firmare, insieme al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, il progetto definitivo per il completamento della tratta ferroviaria Ferrandina – Matera.

Ad oggi si stanno concludendo gli iter autorizzativi presso tutti gli enti e le istituzioni coinvolte.

Dopo la firma congiunta Regione Basilicata e Commissaria si procederà alla gara di appalto per il progetto esecutivo che dovrebbe avvenire entro l’estate del prossimo anno. L’opera dovrebbe entrare funzionante nel 2026.

“Oggi – afferma l’assessore Merra – è un’altra tappa importantissima con l’annuncio da parte della commissaria Fiorani della firma a dicembre del progetto definitivo. Nella riunione odierna siamo scesi un po’ più nel dettaglio degli interventi come, solo per fare un esempio, il controguscio che sarà realizzato nella galleria Miglionico per aumentare la sicurezza. Sono molto soddisfatta – aggiunge Merra – perché si tratta di impegni molto concreti. Rfi sta seguendo la Basilicata con grande attenzione tanto che sta già ragionando intorno a tre ipotesi per collegare Matera alla dorsale adriatica. Ma oggi per noi è stato fondamentale mettere un punto fermo sul progetto della Ferrandina – Matera perché per troppo tempo si sono spese tante parole e tanti soldi senza portare a nulla. Oggi invece possiamo dire con assoluta certezza che la Matera La Martella – Ferrandina comincia a essere realtà grazie anche al prezioso lavoro della struttura commissariale, grazie a un grande alleato come a Rfi e all’impegno della Regione Basilicata. Insieme cambieremo il volto di questa regione”.

La Commissaria Fiorani ha anche annunciato che Rfi sta iniziando a ragionare intorno ai collegamenti fra la Stazione Ferroviaria di La Martella e Matera città anche con soluzioni molto moderne ed innovative. Queste ipotesi verranno presentate al Comune e alla Regione nelle prossime settimane.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap