martedì, 23 Luglio 2024

Sono state eseguite in
mattinata dodici misure cautelari (di cui undici in carcere ed una di arresti
domiciliari) disposte dal gip di Taranto su richiesta della Procura della
Repubblica di Taranto nei confronti di un gruppo dedito stabilmente ad attività
di spaccio di cocaina, eroina, hashish e marijuana nella Città vecchia di
Taranto.
L’attività di spaccio veniva effettuata in un vicolo della Città vecchia,
trasformato in un vero e proprio “bazar”, attraverso le finestre di tre
distinte abitazioni, dove si registrava un flusso costante, ad ogni ora del
giorno e della notte, di individui provenienti anche dalle province di Bari,
Brindisi e Potenza.
Le cessioni della sostanza avvenivano, anche alla presenza di minori, mediante
la consegna di involucri attraverso locali protetti da inferriate e/o porte
blindate, oppure mediante il lancio dalle finestre (o persino calando un
cestino da un balcone sito al primo piano); involucri che gli acquirenti
provvedevano poi ad occultare negli indumenti, in bocca od addirittura, in un
caso, nel cappottino di un cane.
Gran parte degli arrestati annoverano precedenti specifici, ed alcuni di loro,
peraltro già sorvegliati speciali, anche per armi, furto, associazione di
stampo mafioso ed evasione. Con la collaborazione della Squadra Mobile di
Ancona uno dei destinatari della misura cautelare è stato rintracciato ed
arrestato nel comune marchigiano.
Nel corso dell’operazione di questa mattina sono stati sequestrati 250 grammi
di sostanza stupefacente tra hashish, cocaina ed eroina, la somma di 5.000 euro
provento dell’illecita attività di spaccio oltre a tutto il materiale
necessario per il confezionamento della droga.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap