martedì, 16 Luglio 2024

Sono in corso i Campionati Mondiali di Kickboxing WAKO a Jesolo  con 2304 atleti e ben 65 Nazioni partecipanti. 
Anche due lucani sono presenti a tale evento: si tratta di Michele Dichio di Montescaglio allievo della Nuova Athena Club 2002 allenato dal Maestro Gino Clemente e Antonio Gravela della S.S.D. Dynamic Center di Matera allenato dal Maestro Biagio Tralli.
L’atleta montese sale sul ring martedì 18, opposto al fortissimo atleta ucraino Hoshev Oleksandr agli ottavi di finale. Al suono della campanella entrambi gli sfoggiano  il proprio arsenale tecnico tattico, dando vita ad un bellissimo match di alta caratura tecnica. Alla fine i giudici premiano le tecniche di pugilato dell’atleta ucraino che dopo aver battuto Dichio vince anche i quarti di finale e la semifinale approdando in finale.
L’atleta Montese torna a casa con un grosso incremento del suo bagaglio tecnico tattico.
Anche l’atleta Antonio Gravela sale sul ring martedì opposto all’atleta Chariev Sherkhan dell’Uzbekistan. Al suono della campanella il fighter materano prende il centro del ring e inizia a dettare le regole del combattimento portando dei potentissimi low kick alle cosce dell’avversario che va in seria difficolta e non riesce ad imporre il proprio ritmo.
Gravela approda ai quarti di finale contro il campione polacco Stepien Piotr mercoledì 19. Si capisce subito che tutti e due sono intenzionati ad approdare in finale. Gravela vince la prima ripresa, mentre il polacco vince la seconda. Nella terza ripresa il lucano schiaccia il piede sull’acceleratore e il povero Stepien non riesce a tenere il suo ritmo. In questa maniera, Antonio poggia il primo piede sul podio accedendo alla semifinale.
Giovedì 20 si disputa la semifinale nella quale l’atleta della città dei Sassi viene opposto al vampione russo Sunyaev Roman. Al suono della prima campanella il Gravela aggredisce il russo che subisce la pressione dell’Italiano e arretra sulle corde e subisce numerosi colpi di gambe e braccia vincendo la prima ripresa. Nella seconda  Sunyaev tira fuori l’orgoglio recuperando lo svantaggio. Nella terza ripresa Antonio ascolta i consigli del suo Maestro Biagio Tralli e ribalta nuovamente il match conquistando la finale dei Mondiali che si disputerà domani, sabato 22. Il fighter lucano affronterà il Turco Yalcin Mehmet.
 “Sono fiero di questi giovani fighters che portano in alto il nome della Lucania in giro per il Mondo e sono certo che Antonio Gravela ce la può fare a portare il terzo Titolo Mondiale nella città dei Sassi”, commenta il Maestro Tralli. 
In contemporanea a questa importante manifestazione sono partiti i piccoli fighter della Lucania che rappresenteranno la nostra Regione Trofeo Kinder + Sport 2018, la più grande manifestazione under 14 in Italia, che vede la partecipazione di oltre 3.300 atleti provenienti da 21 regioni e province autonome oltre alle rappresentanze delle comunità italiane di Canada e Svizzera in 45 specialità sportive che animeranno Rimini ma anche alcuni campi delle province di Ravenna e Cesena, fino a San Marino Fini al 23 settembre. I nomi di questi piccoli atleti sono : Zaccaro Lorenzo +40 Kg, Bozza Gabriel -40 Kg, Monaco Viola -40 Kg e Cella Alessia +40 Kg.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap