sabato, 20 Aprile 2024

Migliaia di persone
ad ascoltarlo e a tuffarsi nell’esperienza unica e sinestetica dei suoi
concerti, migliaia di chilometri fatti durante l’estate per raggiungere, da
Nord a Sud dell’Italia, piazze gremite e calorose. È giunto a termine ieri sera
con la tappa a Montegranaro (FM) il DivertimenTour di Giuseppe Povia e il
bilancio non può che essere positivo per gli oltre cinquanta concerti che, a
quanti ancora avessero avuto dubbi sulle qualità professionali e umane del
cantautore, hanno permesso di ricredersi.
Dai brani di una
decina di anni fa (“Emozione”, “Single”, “Zoccoli”, “E’ vero”, “Spettinata”,
solo per citarne alcuni) riarrangiati in maniera molto più ritmata fino ai suoi
successi di sempre (“I bambini fanno Oh”, “Luca era gay”, “Vorrei avere il becco”)
e al nuovissimo “Cameriere”, ogni concerto lo ha visto sul palco con una
presenza scenica notevole, una grinta incredibile e un carisma che alla fine ha
fatto cantare anche le piazze un po’ più “timide”.




Le sue sono
provo-canzoni, come provocanti e in grado di scuotere sono i cartelli che alza
alla fine di ognuna di esse, frasi a effetto (“sorridi tanto è uguale”, “meglio
fallire che non agire”, “solo chi sogna vive due volte”, “la vita non si
gode, si vive”‘, “non importa come che sei, importa ciò che vuoi”…) che
rendono bene il concetto della sua personale – e, perché no – saggia, filosofia
di vita. Non sono mancati, poi, strepitosi omaggi a brani intramontabili
firmati da cantanti sulla cresta dell’onda a cavallo degli anni Sessanta e
Settanta – Lucio Battisti e Rino Gaetano su tutti.
Un successo, quindi,
il tour 2019 di Giuseppe Povia al quale hanno contribuito personalità
d’eccellenza della Basilicata: in primis Italia Eventi srl di Ugo Valicenti e
Beppe Passarella, una realtà di Montalbano Jonico che con il suo staff ha
consentito ogni sera al cantautore e alla sua band di esibirsi su un palco
imponente, con una scenografia di tutto rispetto con maxischermi dove, in tempo
reale, venivano proiettate sia le immagini del palco sia quelle del pubblico;
poi, proprio la band che, a parte Anna Magno (violino e voce, splendida) di
Rossano Calabro, ha contemplato musicisti lucani – Carlo Di
Gilio
 (chitarre), Nunzio
Laviero
 (basso, sax) Antonio
Laviero
 (piano) e Graziano
Pennetta
 (batteria).
In Povia gli opposti
trovano una sintesi perfetta. Nelle sue canzoni, come nel suo modo di vivere,
convivono senza troppi problemi (anzi, talvolta integrandosi) sacro e profano,
l’innocenza dell’infanzia e il rischio della trasgressione, alcuni echi
vagamente trash e un’invidiabile raffinatezza di pensiero, la leggerezza e l’impegno.
È questa una delle caratteristiche del cantautore unita a una spiccata tendenza
ad approfondire in maniera quasi accademica tutte quelle tematiche che lo
interessano, hanno risvolti sociali e può mettere in musica.
Refrattario ai
compromessi e alle etichette (tanto da sembrare a volte al limite
dell’incoerenza ma anche questo fa parte del suo stile), intellettualmente
onesto e libero, ha dimostrato di avere tutte le carte in regole per
conquistare comunque il pubblico a dispetto di un mondo discografico che ha
preferito metterlo ai margini anziché accettare la sua voce scomoda e quasi
sempre fuori dal coro.
Foto Sandro Quarto
E lui, pensando come
un bambino – in quanto, parole sue “è più bello parlare al bambino o alla
bambina che c’è in noi perché i bambini quando si trovano davanti a un limite o
davanti a un ostacolo cambiano strada o comunque cercano di superarlo è un
istinto” – ce l’ha fatta, complice anche un rapporto schietto e immediato con
il pubblico del quale ha un rispetto eccezionale. Dopo ogni concerto (quindi
dopo circa due ore e mezza in cui sul palco si è scatenato), non ha negato a
nessuno strette di mano, autografi, selfie.
E adesso? Sulla sua
pagina Facebook rimane sul vago scrivendo “poi si vedrà”. L’unica certezza è
che al lavoro per un nuovo cd, una specie di “Bambini fanno oh parte seconda”.
Assicurate, quindi, ancora una volta quelle emozioni in musica che solo lui sa
regalare.
Rossella Montemurro

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap