sabato, 22 Giugno 2024

Matera, una nuova area giochi in piazza degli Olmi

La Giunta comunale di Matera, accogliendo la proposta dell’Unione italiana sport per tutti (Uisp territoriale di Matera), ha accettato la donazione e l’installazione di un’area giochi per bambini con playground, composto da sette postazioni di Percorso equilibrio in...

Alla ricerca di sua maestà il tartufo

Il Bianco pregiato, il Nero pregiato, il Brumale, lo Scorzone, il Marzuolo, l'Uncinato: benvenuti tra le specie calabresi di sua maestà il tartufo. D'estate, come sottolinea il tartufaio Bruno Minerba di Marconia di Pisticci, si va a caccia sull'Appennino...

Continua  l’azione  incessante  dell’Ispettorato  del  Lavoro  di  Potenza  e  Matera  anche  per  contrastare  il fenomeno  della  sicurezza  sul  lavoro,  nei  cantieri  edili,  come  pure  in  attuazione  dei  controlli  in materia  lavoristica. Lo  scorso  fine  settimana  nel  comune  di  Policoro  (Mt)  personale  dell’Arma  della  locale  Compagnia Carabinieri  unitamente  al  personale  Nil  dell’Arma  e  funzionari  dell’Ispettorato  lavoro  di  Potenza  e  Matera hanno  ispezionato  un  cantiere  edile  di  medie  dimensioni  dove  operavano  congiuntamente  tre distinte  imprese. A  causa  delle  evidenti  irregolarità  riscontrate  venivano  deferiti  in  stato  di  libertà  i  legali rappresentanti delle medesime  ditte. In particolare  le  gravi violazioni  al d.lgs.n.81/2008 in materia di sicurezza  hanno riguardato: –  adeguamento ponteggio per lavori in quota –  omessa delimitazione aree  cantiere –  viabilità  cantiere  non conforme –  omessa protezione per  cadute dall’alto –  omessa redazione piano operativo. Sono  state  inoltre  riscontrate  irregolarità  per  l’impiego  di  tre  unità  lavorative  al  nero  in  quanto  non risultanti  dalle  scritture  ovvero  per  mancate  comunicazioni  alla  PA.  Per  tale  ragione  si  è  dovuto sanzionare  la  ditta  interessata  per  un  importo  di  euro  10.800.  Si  è  provveduto  altresì  alla  immediata sospensione  dell’attività  edile  previa  elevazione  del  sequestro  preventivo  del  Cantiere  ai  sensi dell’articolo 321 c.p.p. per gravi violazioni  in materia di sicurezza.   Sono  state  elevate  complessivamente  sanzioni  amministrative  ed  ammende  per  un  totale  di  euro 41.300.  Sono  stati  controllati  6  lavoratori  di  cui  3  appunto  risultati  a  nero. Autorità  giudiziaria e  Amministrativa  informate  dai reparti operanti  dell’Arma dei Carabinieri. 

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap