domenica, 26 Maggio 2024

Si
è conclusa positivamente la V edizione della Rievocazione Storica dei Cavalieri
di Malta a Grassano. Un’intera giornata che ha rivoluzionato la comunità già
dalla mattinata con il Gruppo di Sbandieratori San Vito e quello dei Cavalieri
di Bianca Lancia che lungo le vie del paese hanno creato la giusta atmosfera
storica che ha traghettato la cittadina della collina materana in una
dimensione al di fuori del tempo.
L’evento
centrale, però, si è avuto nel pomeriggio nell’area dei Cinti dei Cavalieri,
questo splendido scenario naturale dichiarato geosito per il suo intrinseco
valore naturalistico e geomorfologico; accampamenti di cavalieri e saraceni,
scontri e duelli tra le due parti avverse e, infine la cerimonia della Consegna
delle Chiavi della Città al Commendatore della Commenda di Grassano, frà
Domenico Antonio Chyurlia.
 
“Il
contesto storico scelto per questa rievocazione – ha commentato il professor
Nicola Montesano responsabile scientifico dell’evento – è il 1737, anno in cui
lo stesso Commendatore Chyurlia diede inizio alla compilazione del Cabreo della
Commenda di Grassano, uno straordinario inventario dei beni posseduti
dall’Ordine di Malta tanto nella capocommenda Grassano quanto nelle 19 grance a
essa afferenti”.
 
“Un
ringraziamento – ha spiegato il sindaco Filippo Luberto – alle associazioni che
hanno collaborato per la buona riuscita della manifestazione: Vox Populi,
Comitato feste Popolari, Auser, ma anche cittadini e attività produttive
coinvolte. L’area dei Cinti -ha aggiunto il Sindaco Luberto- rappresenta per la
nostra comunità uno straordinario attrattore turistico e paesaggistico, perché
sono tangibili i segni di un passato storico che, abbinato alla riscoperta dei
luoghi e dei sapori, apre scenari importanti per forme di turismo non solo culturale
ma anche paesaggistico e ambientale su cui la comunità locale dovrà
necessariamente puntare e credere”.
Hanno
partecipato all’evento rappresentanti Istituzionali Regionali e
Nazioniali:  il Presidente del Consiglio
Regionale Francesco Mollica,  i due
Consiglieri Achielle Spada e Giuseppe Soranno e l’Onorevole Maria Antezza.
 
 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap