giovedì, 30 Maggio 2024

È stato un angelo,
restituendo un portafogli con mille euro al legittimo proprietario. Eppure il
suo gesto, raccontato ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format “I
Lunatici”, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, è stato criticato
da alcune persone che lo conoscono: “Mi hanno detto che sono stato uno scemo,
che mi sarei dovuto prendere i soldi e andarmene”.

Il protagonista di questa
vicenda è Rocco Corsano, noto agente Vip e collaboratore Rai di Scanzano
Jonico.

“Ero a Bernalda, un paese
in provincia di Matera. Ero appena stato dal sindaco, uscivo dal Comune per
recarmi a casa e nella villa comunale, su una panchina, ho trovato un
portafogli. Erano le 14, non c’era nessuno nella villa. Ho aperto il portafogli,
c’erano tanti soldi, più di 1000 euro. Sono stato mezz’ora nella villa
aspettando che venisse qualcuno a cercarlo. Poi sono andato in strada, ho visto
passare una pattuglia dei carabinieri, ho fatto cenno, si sono fermati. È uscito
dalla macchina un maresciallo, gli ho raccontato la storia e si è subito messo
a disposizione. Aprendo il portafogli, dal documento d’identità si è accorto di
conoscere il proprietario: un ragazzo che ha perso la moglie da poco, e ha
figli piccoli”.

Tramite i carabinieri
Rocco rintraccia il ragazzo e lo chiama: “È arrivato, mi ha ringraziato. Io ero
emozionato perché ho capito la situazione: un padre di famiglia, con due
bambini da crescere. La somma all’interno del portafogli era uno stipendio. Non
mi ha mai sfiorato di prendere l’idea di prendere i soldi e andarmene”.

Rispetto ai rimproveri
degli amici che al suo posto sarebbero andati via con i soldi, sottolinea: “Non
ci ho pensato nemmeno un secondo. Anzi, sono doppiamente felice sia perché ho
restituito il portafogli sia pensando alla persona che ne ha beneficiato. Quei
soldi a quel ragazzo servono. Deve far crescere i figli”.

Rossella
Montemurro



 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap