sabato, 20 Luglio 2024

“Non c’è alcun intento discriminatorio o di esclusione, nelle procedure che l’Amministrazione comunale di Matera ha attivato, per consentire ai cittadini aventi diritto di partecipare al bando d’accesso ai fondi regionali dell’affitto solo mediante Spid personale, perché si sta ottemperando alle norme nazionali in vigore dal 28 febbraio 2021”. A precisarlo è l’assessore comunale alle Politiche sociali, Valeria Piscopiello, replicando ai sindacati degli inquilini Sicet, Sunia e Sai che nei giorni scorsi avevano criticato l’accesso al bando solo per via telematica, facendo riferimento a quanto scritto in una delibera di Giunta regionale, oltre a presunti ritardi nella diffusione della notizia ufficiale. “Nella delibera dell’esecutivo regionale -spiega ancora Piscopiello- c’è allegato uno schema di bando e un modulo di domanda, non perché si debba o possa inoltrare in modalità cartacea, ma solo come fac-simile dell’istanza, che va comunque presentata in modalità telematica, come da norma di riferimento nazionale (decreto legge Semplificazione ed Innovazione), per prevenire ogni forma di autocertificazione non veritiera. Infatti, il sistema obbligatorio mediante Spid garantisce anche la regolarità della procedura seguita”. Poi Piscopiello smentisce i ritardi nella pubblicazione: “La notizia del bando è stata resa pubblica con comunicato dell’ufficio stampa comunale, addirittura qualche giorno prima dell’uscita del bando stesso. In ogni caso -conclude- finora non sono arrivate lamentele allo sportello del Segretariato sociale comunale, dove anzi diversi cittadini si sono rivolti chiedendo ed ottenendo assistenza passo passo su come fare per inoltrare domanda mediante Spid. Ovviamente gli uffici restano a completa disposizione dei cittadini fino al 6 aprile prossimo, data di scadenza del bando”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap