martedì, 23 Luglio 2024

Matera,  funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino. L’omelia di Mons. Caiazzo: “Amore non è più una bella parola, un gesto di benevolenza, ma un agire colmo di umanità: consumarsi pienamente fino alla morte”

Pubblichiamo l'omelia che mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo della Diocesi di Matera-Irsina, ha pronunciato questa sera nel Palazzetto dello Sport, gremito, durante i funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino: Carissimi,...

Nel rispetto dei diritti della persona indagata, della presunzione di innocenza e della necessaria verifica dibattimentale, per quanto risulta allo stato attuale, salvo ulteriori approfondimenti e in attesa del giudizio, si comunica quanto segue.

La Polizia di Stato ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera, nei confronti di un 26enne materano, per il reato ipotizzato di atti persecutori ai danni dell’ex convivente.

Dall’attività d’indagine svolta dalla Squadra Mobile è emerso che l’uomo avrebbe minacciato e molestato la donna, dalla quale aveva avuto anche un figlio, ingenerando nella stessa il fondato timore per la sua incolumità.

L’uomo, nonostante sia già stato rinviato a giudizio per reati della medesima indole nei confronti dell’ex, continuava a porre in essere reiterate molestie e minacce contro la stessa. Ad esempio, nello scorso mese di gennaio, in preda a uno stato d’ira, avrebbe assunto un comportamento vessatorio nei confronti dell’ex, chiamandola al telefono più volte, anche di notte, e inviandole messaggi WhatsApp, che turbavano la sua serenità.

In un’altra circostanza, avrebbe raggiunto la donna sul posto di lavoro, inveendole contro, con toni alti e atteggiamenti aggressivi.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap