giovedì, 29 Febbraio 2024

“Ritratti di Matrimoni”, una mostra inedita a Matera

 Dal 12 al 16 marzo, nelle scuderie di Palazzo Malvinni Malvezzi sarà ancora una volta protagonista la fotografia di matrimonio d’autore. In occasione della Convention annuale di ANFM, unica Associazione italiana di fotografi matrimonialisti, Maurizio Beucci,...

“L’Irccs Crob di Rionero in Vulture rimane oggetto di importanti interventi di potenziamento delle attività, delle infrastrutture e delle tecnologie; appare evidente che queste attività, unitamente a quelle in esecuzione in tutti gli altri presidi territoriali lucani, prevedono un impiego di risorse umane ed economiche straordinarie, per garantire le quali, la Regione è in prima linea insieme agli organi competenti. Il recente provvedimento adottato dalla Giunta regionale si inserisce in questo quadro complessivo di potenziamento della rete sanitaria e ospedaliera regionale: nello specifico, abbiamo ammesso a finanziamento 182.450,39 euro per la ristrutturazione del reparto dialisi ubicato al piano terra dell’Irccs Crob di Rionero in Vulture in considerazione del fatto che l’area dedicata alle attività di nefrologia e dialisi dell’Istituto non è stata oggetto di interventi edilizi ed impiantistici in tempi recenti e che si condivide l’estrema necessità di opere di ristrutturazione e riqualificazione al fine di migliorare il livello di sicurezza e comfort dei pazienti trattati”. 

Lo ha fatto sapere il vicepresidente della Regione Basilicata e assessore alla Salute e Politiche della Persona Francesco Fanelli. 

“Sulla base di un cronoprogramma ben definito e articolato in diverse fasi – ha spiegato l’assessore – l’intervento di ristrutturazione dovrà essere completato entro i prossimi 12 mesi e prevederà l’ammodernamento dei locali e degli spazi dedicati alle attività di erogazione delle prestazioni sanitarie proprie del reparto dialisi. L’obiettivo è quello di migliorare un servizio molto importante per un bacino di utenza stimato intorno alle 6.500 unità territoriali. Senza dimenticare il non secondario aspetto, di influenza positiva sulle liste di attesa che ci auspichiamo possano subire un brusco snellimento anche in considerazione delle nuove risorse acquisite in termini di professionalità. Un nuovo tassello dunque – ha concluso Fanelli – che si aggiunge al quadro complessivo di attenzione rivolta all’Istituto, punto di riferimento per l’intero territorio regionale e una ulteriore soddisfazione per la creazione di un nuovo obiettivo di salute pubblica che aumenterà il livello di sicurezza e comfort per gli utenti, riqualificando dal punto di vista ambientale e funzionale, il reparto stesso”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap