venerdì, 19 Luglio 2024

Continua la sezione Arte della Milanesiana con una
nuova inaugurazione, a Milano. Il 2 luglio alle 17.00 presso la Galleria
Jannone, inaugurerà la mostra fotografica di Massimo Listri, fotografo d’arte
che ha esposto nelle nelle più importanti istituzioni di New York, Tokyo,
Buenos Aires, Roma. La mostra, realizzata in collaborazione con  l’APT Regione Basilicata, rappresenta il
personalissimo reportage del fotografo in Basilicata: 6 opere di grande
formato, scattate nella primavera 2018 a Matera e in Basilicata, a comporre un
inedito ritratto di un luogo senza tempo. All’inaugurazione della mostra
interverrà l’autore, insieme a Mario Andreose, che ha contribuito alla fortuna
editoriale internazionale di questo “ambasciatore della bellezza del nostro
Paese”.
 Grazie alla collaborazione di APT Regione
Basilicata e Fondazione Elisabetta Sgarbi è stato realizzato un catalogo, che
raccoglie le fotografie esposte in mostra, accompagnate da un testo inedito di
Massimo Listri, e dai testi di Vittorio Sgarbi, che descrive lo stile poetico e
placido dello sguardo del fotografo, di Elisabetta Sgarbi e dello stesso Mario
Andreose.
Il catalogo sarà in vendita a partire dal 2 luglio
presso il bookshop della Galleria Jannone, al prezzo di 12 euro.
Massimo Listri

Nato nel 1953, ha iniziato la sua carriera di
fotografia giovanissimo. All’età di 17 anni lavorava già per riviste di arte e
architettura, e durante gli studi universitari ha contribuito a diversi servizi
fotografici. Ma è con l’editore Franco Maria Ricci che ha la possibilità di
realizzare i primi grandi reportage con la rivista “FMR”. Questa
prestigiosa pubblicazione è stata per più di 20 anni il maggior veicolo
espressivo dei tributi fotografici di Massimo Listri ai più bei
palazzi e interni e alle più straordinarie ville e opere architettoniche di
tutti i tempi. In 30 anni di collaborazione con i più prestigiosi editori
in Europa e negli Stati Uniti, ha pubblicato oltre 70 libri e ha
realizzato mostre personali allestite in tutto il mondo. 

 Mario Andreose

Veneziano, è attivo da alcuni decenni nell’editoria.
Ha partecipato all’avventura del Saggiatore di Alberto Mondadori in vesti
successive di correttore di bozze, traduttore, redattore, redattore capo,
direttore editoriale. Passato alla Mondadori si è occupato del settore nascente
delle coedizioni dei libri per ragazzi e dei libri illustrati. È stato
direttore editoriale del Gruppo Fabbri, comprendente le case editrici Bompiani,
Sonzogno, Etas e le edizioni scolastiche. Nella RCS Libri, nata dalla fusione del
Gruppo Fabbri con la Rizzoli, ha ricoperto l’incarico di direttore letterario.
Attualmente è  presidente della Nave di Teseo e collaboratore della
Domenica de “Il Sole 24 Ore”. Nel 2015 ha pubblicato Uomini e libri, finalista
del Premio Estense, vincitore del Premio Rhegium Julii per la saggistica e, nel
2016, del Premio speciale della giuria del Premio Biella.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap