giovedì, 18 Luglio 2024

Per le medaglie c’è
ancora da lavorare, ma brilla più di un oro la performance di squadra della
Kodokan Lucania al Grand Prix di judo “Matera Capitale Europea”. Nella quarta e
ultima tappa del circuito federale nazionale Cadetti e Juniores, ospitato per
due giorni al PalaErcole di Policoro, sono stati 29 i giovani atleti della
società sportiva di Brienza a misurarsi con i judoka più promettenti del
panorama nazionale. E i risultati premiano l’impegno e lo sguardo lungo del
maestro Pietro Amendola che, con il patrocinio di Fondazione Matera 2019,
Regione Basilicata, Comune di Policoro,  FIJLKAM (Federazione
Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali), Coni Basilicata,  Csain,
Comitato Regionale Fijlkam Basilicata, Comitato Regionale Fijlkam Campania, è
riuscito a portare per la prima volta in Basilicata una competizione valida per
la classifica del ranking nazionale,  da
dove si attinge anche per designare i partecipanti ai prossimi campionati
Europei  e Mondiali di categoria.

Nel Grand Prix
Cadetti – Under 18 sono stati in tre della Kodokan Lucania ad andare a
punti:  Michele  Botta nella categoria 55 Kg ha conquistato in
5° posto e  3 punti in Ranking; tra le
ragazze un 7° posto e 2 punti in ranking per Vincenza Amendola nei 70 Kg e per
Cecilia Di Laora nei +70 kg Di Laora.

Ancora meglio nel Grand
Prix Juniores-Under 21, dove a punti sono andati in quattro del team
burgentino: Davide Stabile, 5° nella categoria 55 kg, conquista 3 punti in ranking;
Antonio Ferramosca 9° tra gli 81 Kg  1
punto,  Sebastiano Annunziata nella categoria 90 kg    3
punti, Annamaria De Giacomo 7a nei 57 Kg, fa suoi 2 punti.

Ma i risultati più
brillanti arrivano dal Trofeo nazionale Cinture Colorate, dove a salire sul
podio sono stati ben 7 atleti del team Kodokan Lucania.  Nei cadetti è d’oro Marco Renzi nella
categoria 90 Kg, d’argento  R’Mal Yassin
negli 81 kg, di bronzo  Fabrizio Avagliano
nei 90 Kg. A trionfare nella classe Ju/Se categoria 90 kg è Antonio  La Padula, 1° classificato.  Nella classe Fanciulli /Ragazzi doppio
argento con Davide Morena (40 kg) e Maicol Soldi (60 kg) e un oro con Eugenio Parasyuk
(+ 60 kg).

A infoltire la
delegazione lucana presente al Grand Prix  Fijlkam “Matera capitale europea”, insieme
alla Kodokan Lucania che ha organizzato la manifestazione, anche atleti delle società
Kodokan Palazzo San Gervasio, Judo Jogoro Kano Potenza, Athlon Center
Grassano, Judo Combat Avigliano, Fitness Montescaglioso, J.c.
Potenza.

“E’ stato un successo
inaspettato –  commenta  Pietro Amendola, maestro di Asd Kodokan e
organizzatore del Grand Prix-  sia  in termini di partecipazione  con circa mille atleti arrivati da tutta
Italia, sia di pubblico: il PalaErcole è stato affollato  in tutte le due giornate di gare. E’ già questa
per noi la prima è più importante vittoria. 
Uno dei nostri obiettivi, infatti, era far conoscere di più il judo,
specialmente tra i ragazzi  per
trasmetterne gli straordinari valori di cui questo sport è portatore. Il judo
infatti non è solo calci e pugni, ma è soprattutto disciplina, autocontrollo,
rispetto dell’avversario e capacità di concentrazione. E, poprio perché siamo
fermamente convinti che lo sport è anche cultura, abbiamo voluto legare il  Grand Prix  Fijlkam a Matera capitale della cultura.  Se 
tutto questo è stato possibile, è 
grazie al presidente nazionale della Fijlkam, Domenico Falcone, al
presidente del Comitato regionale lucano Giuseppe Attico  e al vice presidente Francesco Sciandivasci e
a tutte le istituzioni che ci hanno sostenuto”. Ma Pietro Amendola, dopo aver
realizzato il sogno di portare per la prima volta una tappa del Grand Prix
federale in Basilicata, ne ha ancora uno più grande da realizzare:  “Portare, nei prossimi anni, un atleta lucano
alle Olimpiadi”.

 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap