sabato, 25 Maggio 2024

Matera, prossima Capitale
europea della cultura si prepara al 2019 con la responsabilità e l’orgoglio di
chi vuole accogliere non semplici turisti, ma “cittadini temporanei”,
rispettosi, sensibili alle usanze e alle tradizioni del territorio. Questa l’idea
che ha spinto Airbnb a scegliere la Fondazione Matera
Basilicata 2019 e il
progetto “Matera Capitale Europea della Cultura 2019” come uno dei partner per
il proprio Community Tourism Program, l’iniziativa della società presentata
all’OECD Forum che prevede lo stanziamento di un fondo di 5 milioni di Euro a
favore di progetti che utilizzeranno l’innovazione per promuovere tradizioni
locali, preservare il patrimonio naturalistico ed incoraggiare il turismo
sostenibile.
La collaborazione
Nel corso dei prossimi 18
mesi, Matera 2019 e Airbnb collaboreranno ad una serie di eventi e iniziative
culturali che coinvolgeranno la comunità locale e ad un progetto di promozione
per far conoscere l’intero territorio della Basilicata ai viaggiatori in arrivo
per il grande evento del 2019.
Comune denominatore
l’idea che il viaggiatore debba essere accolto come un “cittadino temporaneo”.
“Ci siamo candidati al
bando di Airbnb – ha spiegato Paolo Verri, Direttore della Fondazione Matera
Basilicata 2019 – per implementare il nostro progetto sulla cittadinanza
temporanea, un concetto che è stato ormai acquisito e inserito all’interno del
piano strategico del turismo nazionale.
Intendiamo fare di Matera
non solo un luogo di visita ma di incontro e di dialogo, di confronto tra i cittadini
che la abitano sempre e quelli che la scelgono come spazio temporaneo di
elezione per parlare di società, inclusione, storia dell’arte e
dell’architettura, ma anche di gioco e di cibo, confrontando usanze e stili di
vita.
Un primo esperimento in tal
senso è stato fatto lo scorso febbraio in occasione della visita dei giovani
Unesco a Matera con “People, places, purposes”, un itinerario esplorativo del
patrimonio tangibile ed intangibile fra i luoghi, le persone ed i progetti di
Matera 2019 articolato in numerose tappe attraverso la città, che ha riscosso
notevole successo di pubblico.
Grazie alla
collaborazione tra Matera 2019 e Airbnb, gli ospiti della Capitale europea
della cultura non solo abiteranno case che potrebbero essere le loro, ma per
qualche giorno o anche di più saranno abitanti veri della città, facendo
esperienze inusuali legate alle storie vere dei materani, veri campioni di
accoglienza.
Con le risorse che ci
verranno attribuite dal Community Tourism Program di Airbnb, leader mondiale
nel turismo temporaneo online, punteremo anche a rilanciare la scoperta e
valorizzazione delle aree interne della Basilicata, costituita da piccoli
borghi nei quali è possibile fare un vero turismo di comunità ed esperienziale,
attraverso lo scambio reciproco fra cittadino e turista ”.
“Viaggiare usando Airbnb
è una forma di turismo sostenibile che assicura che i benefici creati rimangano
sul territorio ”, ha dichiarato Matteo Frigerio , Country Manager di Airbnb
Italia . “ Con questa iniziativa vogliamo dimostrare ancora una volta come
Airbnb possa essere un partner affidabile e credibile per tutte le
amministrazioni che si apprestano ad ospitare grandi eventi, rafforzando in
maniera sostenibile il potenziale di accoglienza dei territori ed ampliandolo alle
zone rurali circostanti grazie all’ospitalità unica offerta dalla nostra
community di host”
Tra le iniziative che
faranno parte del progetto è incluso anche “Wonder Grottole” un progetto –
laboratorio di rigenerazione urbana ideato dall’arch. Andrea Paoletti e
sviluppato con designer, architetti, avvocati, esperti di economia e cittadini.
“Wonder Grottole aggrega
persone da tutto il mondo che portano nel piccolo borgo i propri saperi e il
proprio tempo, per immaginare nuovi futuri con la comunità locale, per innovare
le attività esistenti, per sperimentare nuove relazioni umane e tecnologiche e
nuove soluzioni abitative. Diventare parte del Community Tourism Program”,
commenta Andrea Paoletti , “è di notevole importanza perché rende ancora più
concreta l’idea che ci ha mosso ad affrontare questa sfida di rigenerazione
partendo dalla comunità locale e dagli asset esistenti del territorio.
Wonder Grottole è un
laboratorio di sperimentazione che ha l’obiettivo di riabitare il centro
storico del borgo di Grottole, grazie alla rigenerazione di alcune case
abbandonate e alla creazione di una nuova comunità che mette insieme gli
abitanti locali con cittadini temporanei provenienti da tutto il mondo. La
collaborazione con Airbnb renderà il progetto unico nel suo genere poichè
consentirà di mettere in campo un’azione di empowerment per la comunità locale
con l’obiettivo di generare nuove opportunità per il borgo.”
Conclude Frigerio,
Country Manager Airbnb Italy: “Il progetto di Wonder Grottole si inserisce
perfettamente nel nostro più ampio progetto di valorizzazione dei Borghi
Italiani, che ci ha visto collaborare sin qui con ANCI e MiBACT e rappresenta
sicuramente una sfida interessante che merita tutta la nostra attenzione e il
nostro sostegno”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap