mercoledì, 24 Luglio 2024

Sarà donata sabato 18 marzo a Papa Francesco la colomba in cartapesta realizzata dagli ospiti della comunità Emmanuel di Salandra guidati dal maestro Uccio Santochirico del laboratorio d’arte solidale della cooperativa Oltre l’arte di Matera insieme a Isa, Davide, Massimo e Matteo.

“Un momento di super inclusione”, ha sottolineato Rosangela Maino, presidente di Oltre l’arte, “che ci vede unti negli obiettivi, nelle finalità e nei desideri. Esperienze possibili grazie a persone con cuore grande e mente aperta come Uccio, Erica, Pina e Irma”.

Questa richiesta particolare è arrivata direttamente da Roma in occasione di un incontro di formazione sociopolitica con il Santo Padre.

“Nel corso degli anni – spiega Maino – abbiamo conosciuto tante realtà, tra cui MateraHub che si occupa di progetti Europei. Abbiamo all’attivo progetti quali Materia Viva e AllenaMenti. Ci siamo messi in contatto con la comunità Emmanuel che voleva fare laboratori di cartapesta, il primo aprile sarà inaugurata a Matera una mostra di artigianato proprio per narrare, raccontate i percorsi fatti insieme. La mostra approderà poi in sei città europee”. 

Per Uccio Santochirico “è stato bello lanciarsi verso il futuro con i buoni propositi, alla nostra esperienza solidale se ne è aggiunta un’altra”.

In rappresentanza della comunità Emmanuel è intervenuto Michele, che, sottolinea, come lui e i suoi compagni si siano scoperti bravi nel maneggiare la cartapesta e le tele: “Vedevo il carro della Bruna e mi affascinava, adesso ho provato a fare qualcosa con la cartapesta.  Abbiamo realizzato delle cose belle”. 

Per il presidente di MateraHub Luigi Martulli si tratta della “sintesi perfetta di quello che leggiamo nel manifesto di Ventotene, un progetto che coniuga tutti gli aspetti dell’inclusione e della sostenibilità, punti cardini su cui MateraHub ha gettato le basi per il proprio futuro. MateraHub, agenzia europea che si occupa di servizi, è un attore importante per poter rilasciare sul territorio ciò che arriva sul territorio”. 

È stata la project manager di MateraHub Becky Riches a occuparsi del progetto.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap