giovedì, 29 Febbraio 2024

“Ritratti di Matrimoni”, una mostra inedita a Matera

 Dal 12 al 16 marzo, nelle scuderie di Palazzo Malvinni Malvezzi sarà ancora una volta protagonista la fotografia di matrimonio d’autore. In occasione della Convention annuale di ANFM, unica Associazione italiana di fotografi matrimonialisti, Maurizio Beucci,...

Il 3 marzo ricorre la Giornata mondiale dell’udito promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalla Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-facciale (SIO) con la cooperazione della Società Italiana di Audiologia e Foniatria (SIAF). Anche gli ospedali di Matera e di Policoro sono in prima linea nel sensibilizzare verso la prevenzione delle malattie dell’orecchio e dell’udito nell’ambito delle cure primarie. Per raggiungere il maggior numero di cittadini, nella maniera più efficace, saranno organizzati, nei prossimi giorni, incontri tra i medici delle Unità operative di Otorinolaringoiatria e i medici di medicina generale e pediatri di libera scelta. A Matera le iniziative  saranno coordinate dal dottor Domenico Cifarelli, delegato Regionale per la Basilicata della S.I.O. e dal Direttore facente funzione della U.O.C. di Otorino, dottor Giuseppe Romano, oltre che dai medici della stessa U.O.C.  

Anche l’Unità operativa semplice dipartimentale di Vestibologia e Gestione integrata attività di Otorinolaringoiatria di Policoro, diretta dal dottor Giacinto Asprella Libonati, si è attivata per divulgare i servizi e le opportunità di accesso presso l’ospedale “Giovanni Paolo II” per la diagnostica e riabilitazione dei problemi connessi alla sfera uditiva ed a quelli ad essa correlati.  

Sia a Matera che a Policoro il focus dell’iniziativa è quello di rendere edotta la popolazione dell’importanza delle malattie dell’orecchio che portano alla riduzione o perdita dell’udito e sulla necessità di rivolgersi allo specialista di otorinolaringoiatra per la corretta diagnosi e la giusta terapia. Riconoscere precocemente i sintomi della sordità e dei problemi all’orecchio è fondamentale per poter intervenire sia sulle possibili cause sia per ridurre al minimo la disabilità che ne deriva. Oltre il 60% dei problemi di udito, infatti, può essere identificato e affrontato a livello delle cure primarie e l’integrazione tra il medico specialista (otorinolaringoiatra o medico audiologo) e i servizi di assistenza primaria può portare a innegabili vantaggi diretti alla persona. Da segnalare, infine, unica in Basilicata, l’offerta della UOSD di Otorinolaringoiatria di Policoro che vanta un ambulatorio di riabilitazione vestibolare, dove il paziente affetto da disturbi dell’equilibrio riceve un programma personalizzato, che si integra, soprattutto nella fascia di età senile, con la corretta correzione del deficit uditivo grazie agli ausili protesici. 

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap