giovedì, 25 Luglio 2024

“Matera è la festa della Bruna e la Festa della Bruna è Matera”. Con queste parole il vicesindaco di Matera, Rosa Nicoletti, ha aperto la conferenza stampa per illustrare il programma del 2 Luglio 2022 alla presenza dell’assessore comunale alla mobilità Michelangelo Ferrara, del capo di gabinetto del Comune di Matera Gianfranco Lopez, del Presidente dell’Associazione Maria SS. della Bruna Bruno Caiella, del responsabile del settore Culturale dell’Associazione, Franco Moliterni, del socio Michele Cancelliere, del Delegato Arcivescovile Don Francesco Di Marzio, del presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019 Giovanni Oliva e del generale dell’associazione Cavalieri Maria Santissima della Bruna Raffaele Tataranni.

“In un mese si è fatto il lavoro che in genere si fa in 12 mesi. – ha affermato Caiella – Dovete perdonarci se qualcosa non ha funzionato o non funzionerà. Vi chiedo scusa fin da ora se qualcosa non andrà come siamo abituati a vederla. Purtroppo il periodo della mia presidenza è stato offuscato da questo maledetto virus. Speriamo di poter riprendere come prima. Innanzi tutto rivolgo un ringraziamento ai soci promotori, all’Amministrazione comunale parte fondante di tutta l’attività dell’Associazione. L’Amministrazione ha già corrisposto la quota dal punto di vista finanziario, 25mila euro. Ringrazio vivamente la giunta regionale che ha apportato all’Associazione quanto richiesto nel mese di gennaio.  Devo dare atto che l’associazione percepirà a rendicontazione 200mila euro ma non dimentichiamoci che nel 2019 la festa è costata 500mila euro. Le misure di sicurezza comporteranno un aumento di costi molto forti.”

Un ringraziamento particolare il presidente lo ha rivolto a Don Francesco Di Marzio, “pilastro morale di sostegno psicologico, persona sempre accanto all’associazione, grande difensore di certe tradizioni e di certe valori”.

Annunciati inoltre alcuni eventi nell’ambito delle iniziative per la Festa. Ci sarà un concorso dei madonnari, promossi da un artista materano, Antonio Cristallo, che vive in provincia di Mantova: lungo tutto il percorso da Piccianello al centro ci sarà una rievocazione storica della festa della Bruna.

Il 3 luglio la cassa armonica si trasformerà in un originale dj set in cui polistrumentisti arabi e un cantante arabo interpreteranno brani della tradizione musicale lucana. L’iniziativa è promossa in collaborazione con la Fondazione Matera-Basilicata 2019 che a Dubai aveva già promosso un evento simile.  L’8 luglio invece, in collaborazione con il conservatorio Duni, sul sagrato di San Francesco d’Assisi ci sarà un concerto con un’orchestra di 270 elementi.

L’assessore Ferrara ha sottolineato di vivere con largo anticipo il 2 Luglio: “Sono convinto – ha detto – che nonostante le difficoltà sarà ugualmente un giorno di festa”.

Una curiosità: il direttore Oliva ha annunciato che il giorno della Festa gli uffici della Fondazione Matera-Basilicata 2019 saranno aperti per accogliere gli ospiti del Brancaccio che potranno assistere alla festa da una posizione privilegiata.

I festeggiamenti cominciano in serata con la Peregrinatio della Sacra immagine di Maria Santissima della Bruna dalla Basilica Cattedrale alla Chiesa di San Giacomo.

Mercoledì è prevista in Prefettura la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per l’esame dell’attività finora svolta, dagli organismi competenti, ai fini della individuazione delle misure di safety necessarie per il 2 Luglio.

In copertina foto concessa dall’Associazione Maria SS. della Bruna

Rossella Montemurro

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap