giovedì, 30 Maggio 2024

Arti marziali, calcio,
basket, pallavolo, badminton, tennis tavolo, ginnastica, bocce, e poi ancora:
tiro a segno, atletica, ciclismo, scherma, rotellistica, nordic walking.

Una scorpacciata di sport
praticato che avrà come scenario Matera nella giornata del 2 giugno. Dallo
stadio al castello Tramontano, da piazza degli olmi a piazza San Pietro
Caveoso: Matera si accinge ad ospitare una serie di esibizioni e di gare
organizzate dal Comune di Matera in collaborazione con il Coni in occasione
della XVI Giornata nazionale dello Sport e in coordinamento con Uisp e
Fondazione Matera 2019.

Il programma delle
attività è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa a
cui hanno preso parte: l’assessore allo Sport del Comune di Matera,
Giuseppe Tragni, la manager culturale della Fondazione Matera-Basilicata 2019,
Ariane Bieou, il presidente regionale del Coni, Leopoldo Desiderio, il
presidente regionale della Uisp, Michele Di Gioia e il presidente
regionale della Federazione italiana Taekwondo, Tommaso Petrelli, oltre ad
alcune delegazioni delle società sportive che hanno organizzato gli eventi sul
territorio.

“Matera sarà protagonista
– ha sottolineato l’assessore Tragni – con un cartellone ricchissimo di
attività. Ed è nostra intenzione rendere l’appuntamento fisso, perché la città
ha un tessuto robusto di cultura e pratica sportiva. Il cartellone –
prosegue l’Assessore Tragni – è articolato in tre macroaree. Il programma
sportivo organizzato dal Comune in collaborazione con il Coni con il
coinvolgimento di ben 18 federazioni. L’Open Playful Space realizzato dall’Uisp
e dalla Fondazione Matera Basilicata 2019. Il gran evento serale della
Federazione TaekWonDo. Molti gli spazi urbani teatro delle iniziative: dal
Boschetto al Castello, da piazza San Francesco a via Sicilia (che ospiterà i
ciclisti) mentre allo stadio scenderanno in campo gli sport di squadra (basket,
volley, calcio). Tra le presenze notevoli il debutto del tiro a segno che non
ha ancora un comitato regionale e gli appuntamenti con il comitato italiano
paralimpico. In ogni caso, se ci sarà maltempo, le attività all’aperto si
riverseranno al PalaSassi”.

“Matera – ha commentato
il presidente lucano del Coni, Leopoldo Desiderio – sarà riferimento
nazionale per una giornata che si svolgerà in tutta Italia. Abbiamo cominciato
a lavorare da dicembre scorso al successo della manifestazione e siamo grati a
Luca Corsolini della Fondazione Matera 2019 per il contributo dato.
Ringraziamenti che vanno estesi ai tanti protagonisti della giornata e che
hanno reso possibile un evento così importante”.

“Gli appuntamenti nel
weekend dell’Open Playful Space – ha evidenziato Ariane Bieou, manager
culturale della Fondazione Matera Basilicata 2019 – sono la punta dell’iceberg
di due anni di lavoro. Abbiamo costruito comunità, trasmettendo a vicenda i
valori di sport e cultura. La Uisp è riuscita perfettamente a realizzare questa
contaminazione. Le attività in programma hanno la particolarità – ha detto – di
ricucire e ricollegare parti di città unendo attività che sportive e
performance artistiche di qualità nell’ambito della street art, le arti
performative e il parkour. E’ stato un lavoro di fondo importante per Matera
2019, coinvolgendo tutti i quartieri, lasciando segni in diversi punti dello
spazio urbano, in una città che cambia colore”.

Il presidente regionale
della Uisp, Michele di Gioia ha raccontato i “due anni di
co-creazione con la Fondazione Matera Basilicata 2019. Abbiamo cominciato nel
giugno 2017 partendo dall’idea forza che ci vogliono linguaggi semplici e
inclusivi per coinvolgere i cittadini nel progetto della capitale europea della
cultura. La contaminazione lascerà segni visibili grazie alla collaborazione con
MomArt. La street art ha permesso di coinvolgere i più giovani così come
attività di strada come la giocoleria o lo skate ci hanno permesso di animare
luoghi poco vissuti della città come piazza Firrao. Quindi noi non organizziamo
un evento ma concludiamo 2 anni di attività. E diffondendo la cultura del fare
movimento con l’Arte dello spostamento (Add) mettiamo assieme benessere fisico
e fruizione degli spazi urbani, un’eredità che andrà oltre Matera 2019”.

La giornata nazionale
dello sport sarà conclusa da una grande esibizione di taekwondo. Il presidente
regionale Fita Tommaso Petrelli ha illustrato l’appuntamento con il
Demo Team, la squadra dimostrativa della World Taekwondo che, in questi giorni,
si sta mettendo in mostra in diverse città italiane con il proprio progetto di
pace attraverso lo sport. Il tour, organizzato dalla Federazione italiana di
taekwondo (FITA), è inserito infatti nel programma della THF – la fondazione
umanitaria di taekwondo che da anni opera a sostegno delle popolazioni disagiate
dando loro un’opportunità di ripresa anche attraverso questa disciplina – e
contribuisce al processo di pace tra le due Coree. Il “Demo Team” concluderà
poi la sua spettacolare performance al Foro Italico di Roma, in occasione del
World Taekwondo Grand Prix che si svolge nella Capitale dal 7 al 9 giugno.

Per un giorno Matera sarà
capitale di questa popolare arte marziale. Saranno in città il Presidente
della WT (Federazione mondiale taekwondo) Chungwon Choe, il maestro che ha
introdotto la disciplina in Italia e il presidente della Fita Angelo Cito.
L’appuntamento alle 20 in piazza San Pietro Caveoso.

 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap