mercoledì, 21 Febbraio 2024

E’ stato presentato questa mattina nella
Sala Mandela del Comune di Matera, il bando pubblico per l’assegnazione per 30
anni di immobili demaniali nei Rioni Sassi, da destinare a esercizi commerciali
di vicinato.

Alla conferenza hanno partecipato
l’assessore ai Sassi, Angela Fiore, il presidente della Commissione consiliare,
Angelo Bianco, e il consigliere comunale Mario Morelli, ex presidente della
Commissione, che ha partecipato attivamente alla definizione dei principi del
bando.

17 gli immobili disponibili, da 30 a 120
metri quadrati circa, dislocati in Via Buozzi, Via San Bartolomeo, Via
Sant’Angelo, Via Madonna delle Virtù e Via Fornaci Vecchie. Arredamento,
viaggi, antiquariato, audiovisivi, ottica, mercerie, articoli religiosi,
librerie, rivendite di giornali, gallerie d’arte: sono alcune delle tipologie
merceologiche che potranno trovare spazio nei locali messi a bando. Non ci sarà
quindi possibilità di insediare altri esercizi destinati alla vendita di generi
alimentari o bevande.

“Possono partecipare alla gara – ha
spiegato l’Assessore Fiore – soggetti che non siano già titolari di
sub-concessione o che abbiano occupato abusivamente immobili nei Sassi e non è
richiesta da subito l’iscrizione alla camera di commercio, purché dichiarino la
disponibilità ad iscriversi nei 30 giorni successivi all’esito del bando. Gli
interessati dovranno far pervenire la documentazione richiesta entro 60 giorni
a partire da oggi. Nei successivi 30 giorni la commissione aggiudicatrice
stilerà la graduatoria. Il bando è pubblicato sul portale internet del Comune
di Matera, nella sezione bandi e avvisi. Sarà possibile ricevere informazioni direttamente
dal personale dell’Ufficio Sassi nelle giornate di martedì e giovedì, dalle 11
alle 12.30. Sarà inoltre possibile anche visionare gli immobili oggetto del
bando, accompagnati da un funzionario comunale”.

“Abbiamo riattivato – ha sottolineato
Angelo Bianco – lo strumento del bando per l’assegnazione dei locali nei Sassi
dopo oltre dieci anni. Il nostro intento è quello di valorizzare il patrimonio
storico della città attraverso l’apertura di esercizi di vicinato per favorire
l’insediamento di attività che svolgano anche una funzione sociale coniugando
così le esigenze legate alla crescita economica a quelle di rivitalizzazione
degli antichi rioni”.

“L’aspetto innovativo di questo bando – ha
aggiunto il consigliere Mario Morelli – è l’introduzione come documento
obbligatorio da allegare alla domanda di partecipazione, di una nota,
rilasciata a favore del candidato, da parte di un istituto di credito che
attesti la capacità finanziaria del partecipante per la esecuzione delle opere
di recupero dell’unità immobiliare indicata nella proposta progettuale
presentata. La polizza fidejussoria sarà svincolata con la comunicazione di inizio
attività commerciale trasmessa al competente Suap. Crediamo con questa
disposizione di poter raggiungere l’obiettivo che l’Amministrazione si è
prefissata che è quello di riqualificare e ripopolare immobili e vicinati dei
Sassi attualmente in stato di abbandono”.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap