giovedì, 25 Luglio 2024

“Il provvedimento di deroga e rettifica in autotutela della Valutazione di incidenza ambientale (VIncA), concessa dagli uffici della Regione Basilicata per consentire lo svolgimento degli spettacoli estivi a Cava del sole “David Sassoli”, ci soddisfa anche nella misura in cui ci consentirà di avviare la sperimentazione sul campo, finalizzata a un’auspicabile autorizzazione stabile e definitiva della più importante infrastruttura culturale, eredità di Matera 2019”. È il commento del sindaco di Matera, Domenico Bennardi, all’indomani della Pec notificata dagli uffici regionali al Comune. La VInCa, infatti, rappresenta una deroga in autotutela per consentire l’utilizzo del sito nel solo mese di luglio 2023, con eventi la cui frequenza temporale sia inferiore a quella prescritta dal primo provvedimento regionale. Nel testo dell’ufficio regionale Compatibilità ambientale, si legge chiaramente che dal 1 agosto al 1 novembre 2023, l’Amministrazione comunale dovrà sospendere l’utilizzo della Cava per spettacoli nelle aree esterne, al fine di effettuare un nuovo monitoraggio sull’avifauna verificando le eventuali conseguenze dei rumori e del movimento, generati dagli spettacoli di luglio. “In sostanza -spiega il sindaco- quello che avverrà in questo mese a Cava del sole, sarà utile ad avviare una sperimentazione di cui avrà contezza il Comune e la Regione. Il nostro auspicio, a monitoraggio concluso, è quello di avviare già dal 1 novembre un percorso virtuoso che, in caso di riscontro positivo, ovvero se si dimostrerà tecnicamente che gli eventi a Cava del sole non turbano la sopravvivenza ed i movimenti naturali dell’avifauna presente in loco, si approdi a un’autorizzazione stabile, piena e strutturata. Quindi, il nostro obiettivo -conclude Bennardi- resta quello di poter disporre di questo sito in modo duraturo nel tempo, come contenitore culturale al servizio della città di Matera, senza dover ogni volta attivare percorsi autorizzativi temporanei. Oggi non è ancora così, purtroppo, ma comprendiamo le riserve degli uffici regionali che operano e decidono in base alle stringenti norme di tutela dei siti di Rete Natura 2000, come appunto Cava del sole “David Sassoli”. Ringraziamo gli uffici e l’amministrazione regionale, per l’attenzione e il confronto di queste settimane. Allora bene per gli eventi estivi del 2023, ma dal prossimo autunno riprenderemo a lavorare insieme alla Regione Basilicata, per rendere Cava del sole “David Sassoli” una location di eventi e concerti suggestiva ed esclusiva, a disposizione e a valore di tutto il territorio regionale”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap