giovedì, 25 Luglio 2024

“L’umanità aveva ormai superato il punto di “singularity”, ossia quella situazione in cui è l’essere umano al servizio della tecnologia e non viceversa. La circostanza in cui il metro di misura della dignità umana è dato dalla presenza sui social, con la conferma genetica, con i prodotti sottopelle usati per monitorare e condividere stato di salute, posizione, conoscenza; il tutto per permettere al sistema di proteggere l’essere umano e sfruttare quei dati per mantenere il controllo e la pace. Un’intelligenza artificiale al servizio di tutti, anche se la realtà era esattamente il contrario”.

Per i Rusty Dogs è tempo di una nuova avventura: Rusty Dogs. Le vittime della pace (BookRoad) è il secondo volume della serie che narra le gesta di “un gruppo di sovversivi nato negli anni Settanta e sopravvissuto a diverse situazioni estreme”. Tra loro, gente proveniente “dai più svariati background, etnia, religione, cultura e, per quanto possa sembrare strano anche mondi”.

Così come era accaduto in Rusty Dogs (Leone Editore), pubblicato lo scorso anno, l’autore, Alessio Adami, in una trama che prende spunto da suggestioni di stretta attualità – l’uso smodato dei social – aggiunge un pizzico di fantascienza: l’uomo è diventato una merce, un essere intorpidito dall’informatica onnipresente, una specie allevata da alieni per un unico scopo, ottenere un Dna raffinato che porterebbe, inevitabilmente, all’estinzione dell’essere umano. Ed è qui che entrano in azione i Rusty Dogs, con l’indimenticabile Navarro – sanguigno e passionale – in testa: sono loro che iniziano a infettare i server informatici mondiali e a nascondere gli eletti, i migliori esempi genetici della nostra specie.

Senza soluzione di continuità si mescolano più generi letterari – l’hard boiled, il porno soft, la fantascienza – tanto che il lettore è indotto a leggerlo quasi in apnea, incuriosito dall’aspettativa del prossimo colpo di scena, avvinto dall’adrenalina delle azioni sempre al limite.

Quella dei Rusty Dogs – al secondo posto nella classifica degli ebook di fantascienza più venduti stilata da IBS – è una guerra silenziosa, dallo sfondo noir che ricorda molto lo stile cinematografico di Tarantino.

Tra risse, riflessioni sul senso della vita e sul futuro dell’umanità, è bene ricordare che “qualsiasi cosa, bella o brutta, esiste solo se qualcuno le dà attenzione”.

Adami, nato a Lucca è diplomato in elettronica e devoto alle arti marziali. Non riesce ad abbandonare la sua vena letteraria, combinando la sue passioni all’interno dei suoi testi. Di origine toscane, dopo aver viaggiato tra Europa e Asia è tornato alla sua terra di origine dove vive. Autore di volumi noir e fantanoir, interessato alla genetica e all’ufologia, ha all’attivo anche altri romanzi.
Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap