sabato, 13 Luglio 2024

Si è parlato di destagionalizzazione dei flussi turistici, ma anche di valorizzazione di attrattori e contenitori culturali della città, oltre che del galoppante sistema alimentato dalle produzioni cinematografiche, durante il Tavolo tecnico sul turismo, tornato a riunirsi stamattina in municipio. Per il Comune c’era il sindaco Domenico Bennardi, che ha anche la delega al Turismo, oltre all’assessore Tiziana D’Oppido (Cultura e Cinema), il consigliere comunale Francesco Lisurici e la dirigente Giulia Mancino. Di fronte i rappresentanti di Confapi Turismo, Confesercenti, Confcommercio, Fiavet, Confguide, Confindustria sezione Turismo, Confimi, Associazione B&B e altri. L’assessore D’Oppido ha dato una serie di input su ciò che l’Amministrazione comunale sta già facendo, anticipando il prossimo arrivo di altre importantissime produzioni cinematografiche nei Sassi, oltre al Piano di manutenzione degli antichi rioni di prossimo avvio. “Matera è sempre più conosciuta nel mondo -ha detto D’Oppido- anche grazie al cinema, e voi operatori dovete agevolarci nell’accoglienza delle produzioni, affinché non si diffondano voci non veritiere su presunti alti costi dei servizi. Stiamo lavorando seriamente a una pianificazione ottimale dei pacchetti di grandi eventi e festival storici, per darvi notizia in largo anticipo. Cercherò di partecipare a tutte le fiere di settore, e in tema di destagionalizzazione stiamo individuando contenitori idonei per eventi al chiuso durante l’inverno, concentrandoci ad esempio su convegnistica e grandi mostre. L’obiettivo è organizzare concerti e manifestazioni di richiamo almeno da maggio a ottobre”. Poi l’assessore ha parlato del prossimo riconoscimento del tratto materano della Vi Appia tra i siti Unesco, sollecitando anche gli operatori a segnalare eventuali problemi manutentivi nei Sassi, “perché -ha detto D’Oppido- ormai sono il nostro principale biglietto da visita”. Gli operatori hanno sollecitato il Comune a pianificare per tempo gli eventi con programmi triennali, rimarcando la necessità di garantire flussi stabili e distribuiti lungo almeno 10 mesi l’anno in contenitori culturali da riaprire e rivitalizzare, invitando gli amministratori a sentire con regolarità il parere degli operatori, prima di assumere decisioni strategiche. Ha fatto sintesi il sindaco Bennardi: “E’ necessario confrontarci in modo continuo e strutturato. -ha detto il sindaco- Sui contenitori culturali va fatto un lavoro di messa in sicurezza e poi gestione, in parte già avviato. Difficile immaginare un bando triennale per gli eventi, poiché si finanziano con la Tassa di soggiorno, la cui rendicontazione è annuale. Come facciamo a programmare senza avere contezza delle risorse a disposizione in un orizzonte successivo a 12 mesi? Un dato è certo -ha concluso Bennardi- Matera ha buone risorse da destinare al turismo, si deve solo programmare bene gli investimenti e noi stiamo cercando di farlo”. Lisurici ha rimarcato la necessità di rendere periodici e strutturati gli incontri dell’organismo di confronto, oltre che focalizzati su singoli temi per raccogliere idee e proposte. Il consigliere ha anche evidenziato che, per la prima volta negli ultimi anni, si è riusciti ad organizzare i grandi eventi di Pasqua e Natale 2023 in largo anticipo, per consentire a tutti di pianificare al meglio l’attività ricettiva e di assistenza al turista.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap