Stephen King lo ha adorato, negli Stati Uniti è diventato un bestseller e a breve sarà una serie per Netflix: è arrivato in Italia per Giunti, collana M, Teddy (il titolo originale è Hidden Pictures, le illustrazioni sono di Will Staehle e Doogie Horner mentre la traduzione è di Roberto Serrai) di Jason Rekulak. “Fenomeno editoriale”, “thriller inquietante “: ogni definizione che è stata data si rivela, dopo averlo letto, quanto mai appropriata.

Teddy è narrato in prima persona da Mallroy, una ventunenne dal passato difficile. Ex tossicodipendente, dopo aver seguito un programma di recupero prova a rifarsi una vita come babysitter a casa dei coniugi Maxwell, due professionisti facoltosi, genitori di Teddy. Il bambino ha cinque anni, è molto intelligente e una passione fortissima per il disegno: ogni cosa riesce a ritrarla con la sua matita, anche la sua amica immaginaria, Anya, che dorme sotto il suo letto e gioca con lui quando è solo. E la “presenza” di Anya non sembra preoccupare i genitori di Teddy, a quell’età è normale avere amici immaginari.

Tra Teddy e Mallroy è un colpo di fulmine: lui è conquistato dalla ragazza, lei è desiderosa di iniziare un lavoro che potrà riscattarla. Si dimostra particolarmente premurosa verso il piccolo tanto che anche il signor Maxwell, sulle prime perplesso per i trascorsi della ragazza, non può fare a meno di accettarla.

Per Mallroy è tutto idilliaco: la famiglia le mette a disposizione un cottage a ridosso della loro casa da sogno, le giornate passano serene. Poi però i disegni di Teddy iniziano a cambiare, si fanno cupi, minacciosi, macabri. Quasi non sembrano appartenere alla mano di un bambino. Secondo Teddy è colpa di Anya che lo guida e gli suggerisce cosa rappresentare. Mallroy è sempre più angosciata, quei disegni la turbano, lei stessa ha perso la serenità che aveva faticosamente raggiunto e soltanto lei potrà scoprire la verità…

Horror e paranormale si insinuano tra le pagine, al testo si intrecciano i disegni di Teddy, a rimarcare una notevole forza espressiva.

Non c’è che dire, Jason Rekulak, che prima di dedicarsi alla scrittura, è stato, fino al 2018, l’editore di Quirk Books, conosce bene i segreti per avvincere il lettore. Teddy ha uno stile asciutto e molto ritmato, dei dialoghi incalzanti, una trama in crescendo.

Il suo romanzo d’esordio, I favolosi anni di Billy Marvin (Rizzoli, 2018) è stato tradotto in 12 lingue e nominato per un Edgar Award. 

Rossella Montemurro

Pubblicità
Pubblicità

venerdì Settembre 30, 2022

TuttoH24

Testata giornalistica online registrata al Tribunale di Matera al n. 4/2017 del registro della stampa.

Direttore Responsabile: Rossella Montemurro

Contatti: tuttoh24@gmail.com

Rossella Montemurro

Giornalista professionista materana. Laureata in Scienze dell’educazione, si è perfezionata in Bioetica e Terapia familiare e relazionale. Ha lavorato per Il Quotidiano della Basilicata – occupandosi dei settori “Cronaca” e “Cultura” -, Il Mattino di Foggia, Il Mattino di Puglia e Basilicata, il Roma e con la testata giornalistica online “Il mio TG”. Ha collaborato con le emittenti televisive “Antenna Sud” e “Lucania Tv”. Attualmente dirige la testata giornalistica online www.tuttoh24.info e collabora con la casa editrice Altrimedia. Nel 2004 ha pubblicato per Ediesse Edizioni “I giorni di Scanzano”. Il volume, nel 2005, ha ricevuto la segnalazione della Giuria del Premio letterario Basilicata. Nel 2010 ha pubblicato per BMG Editrice “Carabinieri a Matera. Tradizione e modernità al servizio dei cittadini”. La pubblicazione è stata autorizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Nel 2019 ha pubblicato per Altrimedia Edizioni “Calci e pugni sul tetto del mondo. Biagio Tralli, identikit di un campione” e nel 2021 "Ilmio tuffo nei sogni"

Copy link
Powered by Social Snap