Sì alla chiusura di una sala giochi a Nova Siri, in provincia di Matera, a cui il Comune aveva ordinato il «il divieto della prosecuzione dell’attività di installazione di apparecchi da gioco precedentemente autorizzata». Come riporta Agipronews, quanto ha deciso il Tar Basilicata nel decreto cautelare che conferma momentaneamente il provvedimento comunale. Il danno economico sostenuto dalla società titolare della sala, si legge, è «sprovvisto dei caratteri dell’estrema gravità e urgenza» necessari per sospendere la chiusura. Inoltre, «non viene comunque a essere inibito l’esercizio in loco delle ulteriori attività economiche connesse alla somministrazione di alimenti e bevande». La questione dovrà comunque essere approfondita nella prossima udienza, programmata nella camera di consiglio del 9 settembre.

Pubblicità
Pubblicità