sabato, 13 Luglio 2024

“Quando ti accade l’inaspettato, è come se non riuscissi a esserci del tutto. Sei presente, ma non fino in fondo. Non sei protagonista, ma una comparsa che assiste al film della tua stessa vita. Succede negli istanti in cui realizzi che non puoi tornare indietro.” Lo ha scritto su Instagram Eleonora Pedron, Miss Italia 2002, per annunciare l’uscita del libro autobiografico L’ho fatto per te (Giunti), un volume che ripercorre quella che è stata la sua vita prima che diventasse il personaggio noto, la Miss, l’attrice, la compagna di Max Biaggi. In quel “prima” c’è una bambina che cresce serena in una famiglia come tante, in cui la presenza di nonni e zie è concreta e affettuosa. Nives, la sorellina più grande, è per lei un esempio, tra loro c’è un unione forte. Ma quest’atmosfera è destinata a venir meno quando in un brutto incidente stradale Nives, dopo giorni di coma, muore. La madre, che era alla guida, riporta numerose fratture che la costringono per due anni sulla sedia a rotelle. Quello che per Eleonara era un nido sicuro diventa sempre più sfilacciato, fragile. I genitori devono convivere con un dolore enorme, la madre combatte con un senso di colpa che la dilania, ci sono sempre i nonni e le zie – anche loro tormentati dal dolore – ma è impossibile immaginare come possa una bambina di appena nove anni affrontare una tragedia simile. Una bambina che di punto in bianco si ritrova “una mamma diversa, un papà fuori di sé e un letto vuoto”.

La vita continua, la vita ha il sopravvento nonostante quel dolore immenso. Quasi per gioco, anche incoraggiata da nonna Bertilla convinta che Eleonora abbia un’eleganza innata che ricorda Grace Kelly, inizia a partecipare ad alcuni concorsi di bellezza. Il primo va male, gli altri li vince. Fino ad arrivare all’anticamera di Miss Italia. Contemporaneamente conduce alcune trasmissioni televisive su emittenti locali e studia per un concorso da impiegata all’anagrafe comunale di Camposanpiero, la sua città. Ancora una volta però, il destino si incattivisce con la famiglia Pedron.

“Non lo so cosa significhi essere genitore, dare senza risparmio il proprio tempo, le proprie energie. Non posso indovinare quali pesi si nascondano dietro lo sguardo profondi e affilato di papà. Quale sia la forza che lo spinge ad accompagnarmi, a starmi vicino, a sostenermi quando temo di cadere, di non riuscirci. Io però mi prendo tutto il bene che mi vuole, questo sì, lo so fare. E chiudo gli occhi”.

Questo pensava Eleonora prima di addormentarsi in auto e risvegliarsi in ospedale: un camion si è scontrato con la loro macchina che ha sbandato scaraventandosi addosso al guardrail. Sono passati undici anni dal dramma di Nives: Eleonora con il padre, amatissimo, rientra in auto da un provino televisivo sostenuto negli studi di Cologno Monzese per fare la velina a Striscia la Notizia. Di nuovo un incidente stradale nel quale il papà entra in coma ed Eleonora rimane ferita seriamente (ha fratture al bacino e alla spalla sinistra oltre a un grave trauma cranico).

Il padre muore lasciando la moglie Daniela disperata. Eleonora deve andare avanti per sua madre, e ci riesce perché una forza più grande di lei la sostiene. È certa che il padre avrebbe voluto che partecipasse a Miss Italia, si arma di grinta e va avanti. Conquista la corona. Il resto è la storia di Eleonora Pedron, nota al grande pubblico.

Con L’ho fatto per te, curato da Lorenzo Laporta, lei vuole far comprendere che “ci si può rialzare, si può sperare, si può vivere, nonostante. Nonostante il dolore più grande che ti possa capitare”.

Lo stile è semplice, empatico, diretto. Eleonora non dimentica il suo ex compagno e padre dei suoi due figli, Max Biaggi e, malgrado la separazione, ha per lui parole molto belle.

Nel complesso il libro è toccante, delicato e ha dentro di sé l’invito a non abbattersi. Perché forse non tutto è ancora perduto, forse coloro che amiamo e che abbiamo perso non sono scomparsi per sempre. Ma ci attendono da qualche parte, magari ci osservano ancora, sognando per noi quel futuro luminoso che noi crediamo ormai impossibile.

Eleonora Pedron è nata a Camposampiero in provincia di Padova. Dopo Miss Italia è cominciato per lei un lungo cammino di successo nel mondo dello spettacolo, del cinema e della tv. Un viaggio che non è ancora finito e che l’ha resa molto amata, ovunque, anche in rete: il suo profilo Instagram raccoglie oggi l’affetto di 430mila seguaci.

Rossella Montemurro

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap