mercoledì, 24 Luglio 2024

Si è svolto ieri, 26 giugno, presso il Campo sportivo di Viguzzolo (AL) il Shougun Fight Night, un grandissimo evento di caratura nazionale con i migliori atleti Italiani di Kickboxing. Sono stati assegnati ben sette Titoli Italiani Pro di tutte e tre le discipline del contatto pieno della Kickboxing (Full Contact, low Kick e K-1. Perfetta e maniacale l’organizzazione del Promoter e Maestro Roberto Casasco.

La competizione si è svolta nel rispetto delle norme anti Covid19 (esibizione di esito di tampone negativo, misurazione della temperatura corporea e igienizzazione delle mani).

In questo magnifico galà hanno combattuto anche due atleti lucani: il materano Vito Montemurro che doveva difendere il suo titolo Italiano Pro nei -57 kg specialità Low Kick conquistato il 22 maggio del 2018 e il ginestrino Donatello Musto -75 Kg specialità Full Contact. 

Entrambi gli atleti si allenano nella Dynamic Center di Matera e sono stati seguiti in questa preparazione e competizione dal Direttore Tecnico della Nazionale Italiana, Maestro Biagio Tralli.

Il primo a salire sul ring piemontese è Vito Montemurro opposto a un fortissimo atleta toscano Salvatore Signorino che ha uno score all’attivo di tutto rispetto, avendo tra l’altro combattuto nelle più importanti manifestazioni Thailandesi.

Al suono della campanella l’atleta toscano inizia a impartire le regole del match colpendo il nostro Vito con potenti circolari sinistri (calci) al viso vincendo nettamente la prima ripresa. Nella seconda ripresa Vito ascolta il suo angolo iniziando a mettere più pressione su Signorino che ripiega sulle corde prendendosi dei forti Low Kick alle cosce in questa maniera il fighter materano pareggia la seconda ripresa, nella terza ripresa il o accelera ancora di più e nulla può fare il suo avversario per arginare la sua avanzata e lo salva solo il suono della campanella. Nell’ultima ripresa il Maestro Tralli gli chiede un gancio destro a scendere, Vito lo prova e in questa maniera costringe il suo avversario a piegare le gambe. Il giudice centrale è costretto a contare e Vito si conferma ancora una volta il miglior fighter Italiano di questa specialità.

Subito dopo tocca a Donatello Musto opposto al pluricampione Simone Barbieri. Donatello parte un po’ contratto e accetta la distanza di combattimento del suo avversario perdendo le prime tre riprese, dalla quarta prende coraggio e incomincia a scambiare ma purtroppo lo svantaggio accumulato all’inizio dell’incontro è molto, nonostante ciò il fighter lucano porta a termine tutte le sette riprese previste per questo titolo e scende dal ring con gli applausi del pubblico locale.

“Sono molto soddisfatto di questa trasferta, non solo per Vito Montemurro che si è riconfermato ancora il miglior atleta Italiano in questa categoria di peso, anche di Donatello Musto che ha combattuto in una specialità e categoria di peso che non è la sua, facendo per la prima volta sette riprese intense opposto ad un atleta di altissima caratura tecnica che ha vinto molti titoli non solo a livello nazionale ma anche a livello internazionale. Sono certo che questo giovane atleta di solo 19 anni se continua farà parlare di sé”, ha commentato il Maestro Biagio Tralli.

“Nel prossimo weekend saremo impegnati a Castelfiorentino per i collegiali dove selezioneremo la prossima Nazionale Italiana di Kickboxing e ben cinque atleti lucani saranno impegnati e sono:

Vito Montemurro -57 Kg Low Kick Dynamic Center Matera

Debora Fiorino -65 Kg Low Kick Dynamic Center Matera

Stiven Alla +91 Kg Low Kick Dynamic Center Matera

Antonio Gravela -63.500 Kg K-1 Dynamic Center Matera

Michele Dichio -71 Kg K-1 Nuova Athena Montescaglioso”.

L’augurio è che possano partecipare ai prossimi campionati Mondiali che quest’anno si svolgeranno a Jesolo dal 15 al 24 ottobre 2021.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap