Operazione “Call Me”: ricostruita dalla Guardia di Finanza di Potenza un’ingente truffa ai danni dei gestori di telefonia

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Potenza, con il coordinamento della Procura della Repubblica, ha eseguito una perquisizione nei confronti di un noto avvocato del foro di Benevento. In  particolare,  le  investigazioni  delle  Fiamme  Gialle di  Potenza  hanno  portato  alla ricostruzione di un sistema fraudolento posto in essere attraverso Ia presentazione, presso compiacenti Giudici di Pace dislocati nel territorio del capoluogo lucano, di un quantitativo enorme di ricorsi tesi all’ottenimento di decreti ingiuntivi, muniti della provvisoria esecutività.

II sistema inventato dal professionista era molto semplice: presentava un imponente numero di  ricorsi,  all’incirca tre/quattrocento alla volta  per I’ottenimento di decreti  ingiuntivi, unitamente ai precetti per il pagamento delle competenze legali. Nel dettaglio, chiedeva ai gestori telefonici I’esibizione dei contratti stipulati, spesso on line, dalla clientela, eccependo anomalie nel funzionamento della linea o altri disservizi. Considerato che le society non  riuscivano a far fronte alle richieste in tempi brevi, immediatamente dopo richiedeva un decreto ingiuntivo, munito di provvisoria esecutività, per il pagamento di una somma a titolo di risarcimento del danno e Ia liquidazione del proprio onorario, ottenendo, così, Ia soddisfazione alle proprie pretese.

Le  Fiamme Gialle inoltre,  riscontravano che gli stessi magistrati aditi,  peraltro,  non eccependo Ia propria incompatibilità, poichè i ricorsi non avevano alcun legame con la competenza territoriale del proprio Ufficio, avrebbero tratto indebiti benefici economici, dal compenso loro spettante per ciascuna causa “a fotocopia” trattata. I preliminari approfondimenti, condotti dalla Guardia di Finanza, hanno portato a riscontrare come spesso i ricorsi fossero stati presentati anche in assenza di mandato degli asseriti ricorrenti interessati, falsificandone Ia firma autografa. Le indagini proseguono con I’esame della documentazione sequestrata.

Pubblicità
Pubblicità

giovedì Settembre 15, 2022

TuttoH24

Testata giornalistica online registrata al Tribunale di Matera al n. 4/2017 del registro della stampa.

Direttore Responsabile: Rossella Montemurro

Contatti: tuttoh24@gmail.com

Rossella Montemurro

Giornalista professionista materana. Laureata in Scienze dell’educazione, si è perfezionata in Bioetica e Terapia familiare e relazionale. Ha lavorato per Il Quotidiano della Basilicata – occupandosi dei settori “Cronaca” e “Cultura” -, Il Mattino di Foggia, Il Mattino di Puglia e Basilicata, il Roma e con la testata giornalistica online “Il mio TG”. Ha collaborato con le emittenti televisive “Antenna Sud” e “Lucania Tv”. Attualmente dirige la testata giornalistica online www.tuttoh24.info e collabora con la casa editrice Altrimedia. Nel 2004 ha pubblicato per Ediesse Edizioni “I giorni di Scanzano”. Il volume, nel 2005, ha ricevuto la segnalazione della Giuria del Premio letterario Basilicata. Nel 2010 ha pubblicato per BMG Editrice “Carabinieri a Matera. Tradizione e modernità al servizio dei cittadini”. La pubblicazione è stata autorizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Nel 2019 ha pubblicato per Altrimedia Edizioni “Calci e pugni sul tetto del mondo. Biagio Tralli, identikit di un campione” e nel 2021 "Ilmio tuffo nei sogni"

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap