giovedì, 25 Luglio 2024

Si conclude con le onorificenze Coni, il primo quadrimestre sportivo, per gli atleti dell’Accademia delle Arti Marziali e Sport da combattimento.

Tra le eccellenze lucane, premiati Serena Lamastra, pluricampionessa Italiana, vincitrice del China Trophy e della Dragon Cup, Atleta della Nazionale Italiana 2001, oggi tecnico e dirigente,  insieme a Simone Fabrizio, campione Italiano Cadetti, titolare della maglia Azzurra per gli Europei di Budva in Montenegro e quinto al Campionato Mondiale Juniores di Jesolo.

Settimana ricca di soddisfazioni per la società lucana che nelle arti marziali miste ha visto Angerame vincere la coppa del mondo in Egitto e Colucci Domenico affermarsi nel jiujitsu Brasiliano.

Sul gradino più alto del podio del Roma Challenge, infatti, la competizione di Jiujitsu Brasiliano della Fijlkam, valevole per il Ranking dell’Unione Italiana JiuJitsu, Colucci, lo scorso 18 dicembre, ha portato la bandiera del team Budo Clan, primo classificato nella classificaa squadre. 

Nella categoria senza Kimono, l’atleta dell’Accademia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento di Potenza, da prova di grande concentrazione e maturità agonistica, contro il Toscano Marco Battisti, che parte bene ed in vantaggio di punti. Recupero graduale e progressivo dell’atleta lucano che allo scadere,  sottomette l’avversario con una leva articolare al braccio (Arm Bar) costringendolo alla resa. Colucci nella stessa manifestazione ha raggiunto un record di 3 finalizzazione, vincendo anche l’argento nella categoria con il Kimono e il Bronzo negli assoluti, categoria a cui accedono i medagliati di ogni peso. 

Buona la prestazione per Pasquale Calace che nelle cinture bianche vince due lotte perdendo agli ottavi di finale e per Mattia Matteo che esce all’esordio nella sua prima Lotta.

Soddisfatto il Maestro Massimiliano Monaco, per questo nuovo successo conquistato nella Federazione Olimpica Nazionale.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap