venerdì, 19 Luglio 2024

Leggendo Mi prendo e mi porto via (Mondadori Electa) di Elisa Paterlini e Luca Golinelli (“due viaggiatori incalliti che hanno deciso di fare della loro vita un viaggio senza fine, si legge nel loro blog www.miprendoemiportovia.it, con un cuore rock’n’roll e un’anima gipsy ti portiamo via con noi a conoscere il mondo”) ci si immerge in un libro coloratissimo, con testi accattivanti, box di approfondimento e foto splendide. E sì. Viene proprio voglia di partire e abbracciare la filosofia dei due travel blogger che hanno fatto di una passione uno stile di vita.

La scintilla fra loro è scoccata in un periodo in cui erano entrambi stanchi della routine e stavano attraversando un periodo non semplice. Complice la passione per il viaggio, si sono promessi che nulla sarebbe stato più come prima. Così hanno lasciato i piccoli problemi quotidiani alle spalle e hanno preparato le valigie.

Il viaggio, per loro, è qualcosa di irrinunciabile. Anche quando Elisa si accorse di essere in attesa e sarebbe dovuta partire per l’India ma, su consiglio della ginecologa, scelse mete occidentali: una vicenda che la fece riflettere molto, portandola a scontrarsi con i troppi pregiudizi tuttora esistenti in merito.

” Chi lo dice che devo smettere di viaggiare? Chi lo dice che una madre non può essere un individuo, una persona con le sue passioni e i suoi desideri? Che si prende i suoi tempi? Perché non dovrei viaggiare con mio figlio? Forse negli altri Paesi i neonati non esistono?”

Indonesia, Messico, Argentina, Australia e Danimarca sono le tappe illustrate in Mi prendo e mi porto via. Viaggi emozionali da “fare”-leggere con brani in sottofondo indicati dagli autori che suggeriscono anche i dieci luoghi imperdibili di ciascuna zona, i film e i libri dedicati e alcuni consigli per rendere indimenticabile ogni meta.

“Viaggiare ci ha insegnato a lasciarci cullare dal flusso della corrente, a occuparci di ciò che ci accade solamente quando accade. Perché non possiamo controllare tutto, anzi, alla fine gli unici a essere controllati e quindi limitati siamo proprio noi. Ma le paure non servono a nulla, ci fanno perdere di vista la realtà. Una volta ho sentito dire, non ricordo più dove e da chi, una frase che racchiude in poche parole tutto questo: «Allontana la paura e vedrai le stelle»”.

A metà tra racconto motivazionale e guida pratica ad alcune delle mete più care agli autori, Mi prendo e mi porto via è un vero e proprio “viaggio nel viaggio” per chi vuole riprendere in mano il timone della propria vita e cambiare rotta.

Elisa Paterlini e Luca Golinelli sono una coppia nella vita e nel lavoro. Nel 2011 hanno fondato miprendoemiportovia.it, che è diventato in breve tempo uno dei blog di viaggi più seguiti in Italia. Imprenditori digitali, formatori e content creator, ma soprattutto viaggiatori incalliti come amano definirsi, hanno visitato più di 70 Paesi nel mondo e raccontano le loro avventure ogni giorno sui canali social. Tengono corsi online che vantano migliaia di studenti pronti a diventare travel blogger professionisti o esperti in social. Sono stati tutor di viaggi su RaiDue, intervistati in numerosi programmi radiofonici e di loro hanno parlato riviste e quotidiani di rilevanza nazionale.

Rossella Montemurro

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap