mercoledì, 24 Luglio 2024

È diventato anche un incontro tra Capitali europee della cultura, il secondo Congresso delle Comunità energetiche, svoltosi il 24 e 25 gennaio nella città spagnola di Pamplona. Per l’Amministrazione comunale di Matera, su delega del sindaco Domenico Bennardi, c’era l’assessore all’Innovazione Angelo Cotugno, che ha avuto modo di confrontarsi con i colleghi di altri Paesi, sulla prossima realizzazione del progetto di Comunità energetica nella città dei Sassi, unica invitata in rappresentanza dell’Italia oltre all’Enea. Con Matera c’erano anche i rappresentanti della città lettone di Riga, già Capitale europea della cultura nel 2014 e l’estone Tartu, che lo sarà nel 2024. A confronto le esperienze dei singoli Paesi che, pur recependo le Direttive europee, operano con distributori diversi di energia. “Siamo orgogliosi di aver partecipato, su esplicito invito, a questa importante esperienza -hanno commentato Cotugno e Bennardi- perché Matera potrà rappresentare un modello di Comunità energetica a prevalenza pubblica, che porterà beneficio economico (in termini di rimborsi sulla bolletta) prevalentemente per utenti in povertà energetica e residenti nei  rioni Sassi e centro storico. In questi giorni, si conclude l’iter governativo italiano per definire le modalità operative, il tempo e le risorse sul capitolo specifico, in modo da avviare il progetto a Matera, dove abbiamo l’impianto sulla scuola di via Bramante già pronto ed altri da realizzare, sempre su edifici pubblici. Ci aspettiamo che anche la Regione Basilicata, possa prevedere interventi finanziari a sostegno di Comuni, cittadini e imprese, per l’avvio dei modelli di gestione, ovvero la stesura di Statuti e regolamenti, fino alla realizzazione degli impianti”. Nel modello ipotizzato, è previsto anche un sistema di solidarietà sociale all’interno della Comunità, dove ogni partecipante disporrà di una sorta di bonus (tecnicamente un token), con il quale “acquisterà” i servizi forniti da altri partecipanti: dall’idraulico alla baby sitter, all’insegnante di lingue. Un sistema di mutuo aiuto, il cui senso sta nel termine stesso di comunità. Una volta pubblicati i decreti del governo, Matera potrà andare spedita verso il suo obiettivo, diventando un modello per tutti. La delegazione italiana, con Matera e l’Enea, è stata ospitata dalla Spagna e nello specifico Pamplona, la città della festa di San Firmino, descritta da Hemingway con la celeberrima corsa dei tori.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap