Matera, operazione Pusher. Sequestrato dalla Polizia oltre un chilo di maijuana, due nigeriani in manette

Un chilo e duecento
grammi di marijuana e 920 euro in banconote di piccolo taglio sequestrati dalla
Squadra Mobile della questura di Matera a due nigeriani ospiti del Centro di
accoglienza richiedenti asilo di via Cererie. La sostanza stupefacente – un
chilo e quaranta grammi occultati in uno zainetto all’interno di un armadio, il
resto nascosto in un mobiletto e sotto il materasso -, se immessa sul mercato
avrebbe fruttato circa dodici mila euro.

I due nigeriani arrestati,
in Italia da un anno e mezzo, stavano aspettando l’esito della domanda di
accoglienza.

Sono stati il controllo
costante dei poliziotti e le segnalazioni di alcuni cittadini a indirizzare le
indagini verso i due uomini, entrambi 29enni, che adesso devono rispondere di
detenzione ai fini di spaccio di ingente quantità di sostanza stupefacente.

https://ssl.gstatic.com/ui/v1/icons/mail/images/cleardot.gifI
dettagli dell’operazione Pusher sono stati illustrati nel corso di una
conferenza stampa dal dirigente della Squadra Mobile Fulvio Manco, dal
vicequestore Luisa Fasano e dall’ispettore della sezione Antidroga Michele
Giampetruzzi.

 “Erano stati notati movimenti particolari in
alcune vie del centro. – ha affermato il dirigente Manco – Tramite opportuni
appostamenti e pedinamenti siamo risaliti ai due nigeriani che alloggiavano al
Cara, intuendo che potessero avere stupefacente nel Centro. Nel fine settimana
abbiamo proceduto con la perquisizione, attuata con l’ausilio di un’unità
cinofila giunta da Bari, e abbiamo rinvenuto, nella loro stanza, la marijuana.
La presenza di stranieri a Matera non ha mai creato problemi per risse quanto
per droga. Questo è infatti il secondo caso del genere”.

I poliziotti hanno
precisato che lo spaccio non avveniva nel Centro – nessuno, infatti, a parte
gli ospiti, possono accedervi – e che i gestori sono stati i primi a
collaborare: “Anche gli altri ospiti (sono in tutto 40 nel Centro di via
Cererie, ndr) non vedono di buon occhio queste situazioni perché metterebbe a
rischio l’iter della loro richiesta”.

Richiesta che, nel caso
dei due nigeriani, sarà sicuramente revocata dal Prefetto.

E’ stato anche
sottolineato che a Matera non ci sono luoghi predominanti per lo spaccio: “Lo scambio
avviene in maniera mordi e fuggi ma non c’è piazza off limits”, ha affermato
Manco.

Il Pm del caso è Franca
Ventricelli, il Gip Angelo Onorati.

Rossella
Montemurro
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TuttoH24

Testata giornalistica online registrata al Tribunale di Matera al n. 4/2017 del registro della stampa.

Direttore Responsabile: Rossella Montemurro

Contatti: tuttoh24@gmail.com

Rossella Montemurro

Giornalista professionista materana. Laureata in Scienze dell’educazione, si è perfezionata in Bioetica e Terapia familiare e relazionale. Ha lavorato per Il Quotidiano della Basilicata – occupandosi dei settori “Cronaca” e “Cultura” -, Il Mattino di Foggia, Il Mattino di Puglia e Basilicata, il Roma e con la testata giornalistica online “Il mio TG”. Ha collaborato con le emittenti televisive “Antenna Sud” e “Lucania Tv”. Attualmente dirige la testata giornalistica online www.tuttoh24.info e collabora con la casa editrice Altrimedia. Nel 2004 ha pubblicato per Ediesse Edizioni “I giorni di Scanzano”. Il volume, nel 2005, ha ricevuto la segnalazione della Giuria del Premio letterario Basilicata. Nel 2010 ha pubblicato per BMG Editrice “Carabinieri a Matera. Tradizione e modernità al servizio dei cittadini”. La pubblicazione è stata autorizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Nel 2019 ha pubblicato per Altrimedia Edizioni “Calci e pugni sul tetto del mondo. Biagio Tralli, identikit di un campione” e nel 2021 "Ilmio tuffo nei sogni"

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap