giovedì, 25 Luglio 2024

La richiesta di un incontro con il Prefetto affinché si faccia chiarezza su un’attività svolta dalla Polizia locale di Matera e l’invito, nel corso di un comizio pubblico il 4 settembre, a non votare il Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni. Sul piede di guerra l’imprenditore materano Luca Prisco che, a seguito del sequestro dell’InfoPoint si è visto recapitare una multa di 10mila euro per attività illecita di agenzia di viaggi svolta all’interno della struttura: “Mi contestano di fare attività abusiva di agenzia di viaggi nell’InfoPoint. A questo punto non so più come comportarmi, pensavo che fossimo giunti al massimo dell’imbarazzo”.

“Accanimento, persecuzione e intimidazione” sono i termini usati dall’imprenditore materano per descrivere la vicenda: “Questa multa mi è arrivata a 24 ore dal primo comunicato stampa. Credo che oggi non si tratti più di aspetti amministrativi o penali ma prettamente politici. Mi stanno aggredendo a livello politico e mi difenderò a livello politico.

A giorni parte una lettera al Prefetto al quale chiederò un incontro per poter, tra le altre cose, mostrare i video dell’attività svolta dalla Polizia locale. Mi hanno detto che se avessi diffuso i video mi avrebbero denunciato. Loro fanno un controllo e io non sono autorizzato a difendermi? Qui siamo alla democrazia sotto le radici. Voglio capire dal Prefetto se Matera sta vivendo uno stato di polizia o uno stato di democrazia visto che l’amministrazione pubblica – sia il sindaco sia la giunta sia il partito di rappresentanza, il Movimento 5 Stelle – si sta rifiutando di dare qualsiasi spiegazione”.

Prisco sottolinea “la mancanza di rispetto della democrazia ma soprattutto dei diritti del cittadino, e ricordiamo che il sindaco è la massima autorità nel rispetto e nella tutela del cittadino. Chiedo le dimissioni del sindaco e di tutta la giunta. Tra l’altro, loro si sono aumentati lo stipendio di 5mila euro, e credo che nei 5mila euro ci sia anche il dovere di leggere quattro carte per vedere cosa sta accadendo. Se tutto ciò non dovesse accadere, il 4 settembre alle 20 in un comizio pubblico sarà sostenuto un unico slogan: io non voto il Movimento 5 Stelle”.

Infine, l’imprenditore ringrazia “le centinaia e centinaia di materani che mi stanno dando la forza per andare avanti. Li ringrazio di cuore per il sostegno”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap