Dopo aver ospitato Giovanni Calia che ha parlato del suo esordio letterario, La congettura dell’anima (Altrimedia) e lo sceneggiatore Alessandro Bencivenni che ha presentato il memoir postumo della moglie, la giornalista Patrizia Busacca, Madri Gotiche (Linea Editore), da Vicolo Cieco Salsamenteria (in via Fiorentini a Matera) per la rassegna “Sassi & Parole. Presentazioni letterarie nei Sassi”, domani, mercoledì 22 luglio, alle 19.30 Carlos Solito racconterà come è nato il romanzo La ballata dei Sassi (Sperling & Kupfer).

La trama è caratterizzata da un originale inseguimento “letterario”, con spaccati di varia umanità e piccoli flash sulla città dei Sassi che mettono in luce i suoi luoghi più belli e suggestivi. Non solo, anche l’hinterland – Stigliano Aliano/Gagliano e altri comuni del Materano – è tra i protagonisti di una storia singolare ambientata ai giorni nostri ma con echi d’altri tempi. Nel corso della serata l’attore Giorgio Consoli leggerà alcuni brani tratti dal libro.

L’incontro è moderato dalla giornalista Rossella Montemurro.

Carlos Solito, scrittore, fotografo, giornalista e regista, è nato a Grottaglie, in provincia di Taranto. Gira il mondo da giovanissimo e collabora con numerosi magazine e quotidiani nazionali realizzando reportage di viaggi. Dirige spot pubblicitari, videoclip musicali e cortometraggi. Le sue fotografie sono state esposte in diversi Paesi e ha pubblicato una ventina di volumi illustrati per i più importanti editori italiani. Ha firmato la raccolta di racconti Il contrario del sole (Versante Sud, 2010) e Montagne (Elliot, 2012), insieme a Dacia Maraini, Paolo Rumiz, Maurizio Maggiani, Franco Arminio, Andrea Bocconi e altri. Il suo primo romanzo è Sciamenesciá (Elliot, 2016). Per Rizzoli ha pubblicato quest’anno Sogno a Sud. Salvador Dalì a Matera e ha diretto l’omonimo emotional film in cui descrive il corpus di opere d’arte della Dalí Universe esposte nella mostra “Salvador Dalí – La persistenza degli opposti”, attualmente a Matera.

Pubblicità
Pubblicità