sabato, 13 Luglio 2024

Hanno trasmesso con spontaneità un messaggio di fiducia per lasciarsi alle spalle un momento buio: gli alunni della classe 5^B – A.S.2019/2020 “I.C. Diaz-Dante” di Laterza con “La storia di un… Coronavirus” (Dellisanti editore), volumetto curato dall’insegnante Marilucy Scarati, nei loro disegni e nei loro pensierini hanno provato a dare un senso alla pandemia, rileggendo con gli occhi dell’infanzia i giorni ai tempi del Covid-19.

Per il dirigente scolastico Fabio Grimaldi si tratta di “un esempio di comunità scolastica che ci piace e incoraggiamo e che trova piena cittadinanza nel modello di scuola che con molta convinzione promuoviamo”.

Il libro (presente anche in versione audiovideo su YouTube) è nato dall’idea dell’insegnante Scarati di spiegare al figlio Alessio, cosa è il coronavirus: “Ho creato questa storia, adatta alla lettura per bambini di 5/6 anni, inserendo anche i punti di vista di alcuni miei alunni. – spiega nella prefazione – Dopo questa iniziale progettualità, ho fatto partecipare i miei alunni (I.C. Diaz di Laterza, classe ex 5^ B, anno scolastico 2019-20) ad un concorso nazionale bandito dall’UNICEF- Regione Liguria, dal titolo “Il Coronavirus visto dai bambini, attraverso delle rappresentazioni grafiche”. Nel frattempo l’audiolibro è stato letto da una mia cara amica psicoterapeuta in quel di Roma a bambini di 6 anni, con positivi riscontri. A maggio 2020 ho ricevuto una risposta inaspettata: i nostri disegni sono stati selezionati, ben rappresentati e ben accolti. Siamo stati invitati ad un convegno che avrebbe dovuto svolgersi in presenza il 10, 11 e 12 novembre 2020 a Genova che, purtroppo, a causa delle nuove misure di contenimento della seconda ondata della pandemia, volute dal Governo, si è tenuto online. Il presidente del Comitato Regionale UNICEF Liguria – Comitato provinciale di Genova, Franco Cirio, ha ringraziato tutti i partecipanti con una lettera ricca di gratitudine e amorevolezza nei nostri confronti, complimentandosi con l’insegnante referente del concorso e con tutti i partecipanti. Successivamente siamo stati premiati con dei testi importanti sui diritti dei bambini, un attestato di merito, un dvd e dei poster. Far diventare tutto questo un libro che contenesse la mia storia, i disegni e la partecipazione al concorso è stato un desiderio che si è realizzato quasi in tempo reale”.

Oltre all’intervento del dirigente scolastico, ci sono quelli del consigliere regionale Gianfranco Lopane, del sindaco di Laterza Franco Frigiola, dell’assessore all’Ambiente del Comune di Laterza Rocco D’Anzi. L’introduzione è della professoressa Grazia Pollicoro.

Nei giorni scorsi la casa editrice Antonio Dellisanti Editore ha provveduto, mediante due distinti bonifici bancari, al versamento dei diritti d’Autore maturati dalle vendite del libro della maestra Scarati in favore della Fondazione Telethon e dell’Unicef.

Marilucy Scarati (Molfetta, 1983) ama definirsi “eterna bimba ribelle”. Dopo aver conseguito la maturità presso il liceo-socio-psico-padagogico di “G.B. Vico” di Laterza (TA), ha conseguito la laurea in Scienze della Formazione Primaria presso l’Università degli studi di Bari “A. Moro”, nel 2007. Nello stesso anno ha iniziato a lavorare come insegnante di scuola primaria presso l’.I.C. “Galileo Galilei” di Taranto. Nell’anno scolastico 2008-09 ha partecipato con i suoi alunni al concorso provinciale “Stessi giochi – stessi sorrisi”, classificandosi al secondo posto; gli alunni sono stati premiati durante una cerimonia pubblica presso la Prefettura di Taranto. Nel 2010 ha conseguito la seconda laurea in Scienze della Formazione Primaria (indirizzo scuola dell’infanzia). Ha perfezionato il suo curriculum d’insegnante, impegnandosi nel campo dell’Autismo. Ha conseguito la specializzazione in “Metodologie didattiche sulla disabilità per alunni con handicap sociale e di apprendimento, indirizzo insegnamenti della scuola Primaria”. Ha conseguito i diplomi di perfezionamento in: “Strategie e metodi di intervento sulla disabilità in ambito didattico”; “Didattica dell’italiano per le scuole primarie”; “Didattica, Valutazione, Programmazione”; “L’integrazione Scolastica. Strumenti e metodologie didattiche per un approccio interculturale: indirizzo insegnamenti della scuola Primaria”. Ha partecipato a numerosi convegni internazionali e corsi di formazione sul “Metodo ABA”. Nel 2017 ha assunto l’incarico di esperta dello “Sportello Autismo” di Taranto e provincia, nell’ambito della scuola primaria. Ha ottenuto nel 2011 la menzione d’onore per una lirica poetica al concorso nazionale “A come amore”. Attualmente studia per il conseguimento della terza laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche. Insegna presso L’I.C. “Diaz Dante” di Laterza, dedicandosi completamente ai suoi alunni.

Rossella Montemurro

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap