sabato, 20 Luglio 2024

Imprigionate in gabbie dorate, costrette a barattare la serenità con il lusso sfrenato, a sentirsi dire che al posto di un altro figlio sarebbe meglio un nuovo yatch… Tutto è luccicante, glamour, ostentato. Tutto, a Dubai, è artificiale – sentimenti compresi. Quando in Anna, giovane ex giornalista, moglie del ricco Mahmoud – un uomo molto più grande di lei – si fa prepotente il desiderio di un altro bambino, si inasprisce il carattere del marito. Per lui, come per i connazionali – uomini d’affari straricchi e fedifraghi, abituati ad avere tutto e a sottomettere senza scrupoli le donne -, la donna è alla stregua di un oggetto, una donna-lampadario da esibire nelle occasioni mondane e da comandare a bacchetta tra le mura domestiche. Anna, rispetto ad altre ragazze nella stessa situazione che accettano soprusi pur di conservare uno status, ha la capacità di reagire per non rimanere soffocata, ha a cuore più la dignità e l’amore per la famiglia che il resto.

Ben diversa la situazione di Oxana, modella russa che ha posato per Playboy, in fuga da una famiglia anaffettiva che, per dare una svolta alla propria vita, non ha esitato a lavorare in un night. Sembrerebbe un’arrampicatrice sociale senza scrupoli, in realtà ha dentro di sé un enorme vuoto e un esasperato bisogno di affetto.

Tra Anna e Oxana inizia un’amicizia sincera: si aiutano a vicenda e si confidano i rispettivi problemi. In entrambe sono presenti profonde ferite del passato, un tratto in comune che lega due donne così diverse.

Il ruolo della donna negli Emirati Arabi, le sfumature della maternità, i contrasti di Dubai: è su questi temi che si sviluppa la trama del romanzo La donna perfetta (Cairo) di Melanie F., un testo che non lascia indifferenti perché parla di ferite e tradimenti, di brillanti apparenze che nascondono abissi di dolore, di Islam e Occidente che per un attimo sembrano sulla stessa lunghezza d’onda.

Lo stile di Melanie F. è particolare e ricercato, la trama è avvolgente, sembrerebbe quasi la sceneggiatura di un film. L’autrice indugia sui chiaroscuri dell’universo femminile, sui tanti significati dell’essere madre.

Barbara Alberti ha definito La donna perfetta “un hortus conclusus con malizie letterarie da grande scrittore”.

Melanie F. è artista, scrittrice e personaggio televisivo. Dopo la maturità classica e l’Accademia di Belle Arti di Venezia, ha cominciato a esporre a Parigi e ha pubblicato tredici libri che spaziano dal romanzo alla poesia.
Da qualche anno si è ritirata a Dubai dove vive con la sua famiglia. Nel 2017 pubblica per Cairo editore L’Occidentale.

Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap