Verso una stagione turistica ancora contrassegnata da molte incertezze, Jerry Di Martino, product manager di Kallitea Group, ospite della trasmissione “Occhio sul territorio” di RTN ha provato a delineare ipotesi per la prossima estate.

“Quella che sta arrivando è un’estate con molti punti interrogativi. Non possiamo dare notizie entusiasmanti ma, se dal governo dovessero esserci aperture, seppur con restrizioni ci abitueremo a un’altra metrica di intrattenimento turistico, di spettacolo, di animazione. Due saranno le strade: o non si fa per nulla vacanza o la si fa in maniera seria. Come ci si abitua a portare la mascherina ci si abitua a fare attività che non portino assembramenti inutili. In ogni caso, ci dobbiamo rifare alla comunità scientifica che più di tutti dovrebbe essere coscienziosa nel dire quali sono i rischi a cui si va incontro”.

Di Martino, che proprio lo scorso anno ha lavorato sulla costa jonica lucana con il suo team di animatori, insegna ai giovani come inserirsi nel mondo dello spettacolo e del turismo.

“Siamo legati ai dati che ci vengono dal bollettino, – ha affermato – sembra che la linea dei contagi si stia abbassando e speriamo che si possa allentare la presa nel settore del turismo, molto penalizzato. Purtroppo la pandemia sta andando a ridosso della stagione estiva e quindi, insieme al diffondersi del virus, si sta diffondendo la sfiducia, la paura, la consapevolezza che grosse somme di denaro investite dalle strutture si recupereranno moto difficilmente. Non aiutano gli opinionisti del momento che danno notizie non chiare e diverse tra loro.

Sono convinto però – ha aggiunto – che il turismo sarà rilanciato anche più di prima, riusciremo ad apprezzare le bellezze italiane”.

Una ripartenza, quindi, che prenderà spunto anche dall’ottimismo e dalla competenza di Kallitea Group: “Per la stagione estiva stiamo per impiegare oltre 40 ragazzi provenienti dagli istituti superiori che spaziano nella professione di animatore turistico, mediatore culturale e guida turistica, il tutto insieme al parco archeologico del Rione Terra e della zona flegrea. Per quanto riguarda la formazione scolastica, abbiamo mantenuti ottimi rapporti con tutte le scuole, abbiamo in essere dei programmi triennali che riprenderemo a settembre. Lasciamoci il passato alla spalle e cerchiamo di ripartire con più vigore”.

Originario di Napoli, Di Martino ha una storia inconsueta: è infatti uno dei primi casi di artista con un curriculum di tutto rispetto passato all’animazione turistica.

Ha lavorato per anni accanto ad attori e registi noti nel panorama nazionale – C. Croccolo, C.  Insegno, L. Galassi, A. Roncato solo per citarne alcuni. Nel 2002 è stato conduttore e comico nella trasmissione campana Telegaribaldi con L. D’Angiò. L’anno successivo ha fondato il trio Trepperuno con il quale ha vinto il Festival Adriatica Cabaret. Non solo, ha partecipato al Laboratorio Zelig Milano, “Faccia da comico” al Piccolo Jovinelli con Serena Dandini, “Bravograzie” su Rai Due, “I Caruso” su Happy Channel della piattaforma Sky, “Bulldozer” su Rai Due, Cominciamo Bene su Rai Tre, Notte Mediterranea su Rai Due, “Zelig Off” su Canale 5, “La Nuova Squadra” su Rai Tre e “Verdetto Finale” su Rai Uno. Nel 2008, la scelta di abbandonare i riflettori delle telecamere per quelli dei palchi dei villaggi turistici. Dalla sua esperienza ha scritto anche un libro, Aneddoti di un Capovillaggio (Jolly Animation).

Rossella Montemurro

Pubblicità
Pubblicità