Ogni libro che scrivono diventa un bestseller: sarà perché sono una coppia affiatata anche nella vita, genitori di quattro figli, Alberto Pellai e Barbara Tamborini uniscono da sempre all’esperienza “sul campo” gli studi sulla psicologia dell’età evolutiva. Mamma, papà e figli, per loro, non hanno segreti ed è proprio da uno sguardo competente, benevolo e spassionato che giungono i consigli migliori.
La nanna, la gestione di un nuovo arrivo in famiglia, l’importanza delle coccole sono solo alcune delle tematiche affrontate nel corso degli anni a quattro mani da Tamborini e Pellai. Da pochi giorni è in libreria Il metodo famiglia felice. Come allenare i figli alla vita (De Agostini).
In un’epoca come la nostra, nella quale i riferimenti educativi spesso si contraddicono, è indispensabile seguire modelli definiti e, soprattutto, fondati su teorie scientifiche e non su “mode” del momento.
In maniera chiara e diretta, con esempi e consigli pratici, film da vedere insieme, test e giochi – tanti – da fare, gli autori fanno capire che, alla fine, ci vuole poco per essere una famiglia felice. Attenzione, però: non stiamo parlando della famiglia del Mulino Bianco, che non esiste, né di una famiglia perfetta ma di una famiglia normale che trova nelle piccole cose o in ciò che spesso si dà per scontato, il giusto equilibrio sia per affrontare la quotidianità sia per resistere agli inevitabili scossoni. La parola d’ordine è autostima, un concetto declinato su sei pilastri: la famiglia, gli amici, il corpo, le emozioni, la scuola e il lavoro, l’ambiente esterno.
“Avere autostima, come più volte riportato in questo volume, non significa aderire a un modello di perfezione, bensì l’esatto contrario. Significa imparare a integrare i propri punti forza e le proprie vulnerabilità all’interno del proprio progetto di vita e del proprio modello identitario. Sarò un genitore con una buona autostima quando scoprirò di non poter essere un genitore sempre “al top” e imparerò ad accettare con sufficiente benevolenza anche i miei errori. Allo stesso modo, cresceremo figli con una buona autostima quando ci accorgeremo che non possono essere sempre perfetti ed iperperformanti in ogni ambito e quando riconosceremo a loro (e di rimando a noi, che li stiamo crescendo) anche il diritto a sbagliare e ad apprendere dai propri errori”.
Il volume si apre con un aneddoto raccontato dalla Tamborini: la sua prima, traumatica lezione di nuoto, l’atteggiamento della madre che, invece di tranquillizzarla, ha – involontariamente – creato ulteriore malessere nella bambina lasciandole più che una ferita una vera e propria cicatrice che Barbara, da adulta, si porta ancora dietro.
Non bisogna trascurare il disagio di un figlio perché ci si sente in forte imbarazzo di fronte agli altri genitori: “Non è giusto nei confronti di chi si aspetta comprensione e conforto dalle persone che più ama al mondo”, scrive.
“Il nostro messaggio finale è un inno all’imperfezione. Una felicità possibile che non rincorre la perfezione. Ma che si costruisce sulla bellezza dell’imperfezione: quella che ci fa essere genitori sufficientemente buoni, proprio come affermava il grande Donald Winnicot”.
Alberto Pellai medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, è ricercatore presso il dipartimento di Scienze Bio-Mediche dell’Università degli Studi di Milano, dove si occupa di prevenzione in età evolutiva. Nel 2004 il Ministero della Salute gli ha conferito la medaglia d’argento al merito della Sanità pubblica.
Tra i suoi successi Tutto troppo presto, Girl R-evolution e, a quattro mani con Barbara Tamborini, I papà vengono da Marte, le mamme da Venere e L’età dello tsunami, tutti editi da De Agostini.
Barbara Tamborini, psicopedagogista, autrice di diversi testi sull’età evolutiva, ha vinto il Premio Giovanni Arpino inediti. Ha pubblicato Reality mamma e vari libri con Alberto Pellai, tra cui Vi lasciate o mi lasciate? Come spiegare a un figlio la separazione dei genitori, Q.A.F. Quoziente autostima famigliare, Perché non ci sei più? Accompagnare i bambini nell’esperienza del lutto.

Rossella Montemurro

Pubblicità
Pubblicità

lunedì Febbraio 12, 2018

TuttoH24

Testata giornalistica online registrata al Tribunale di Matera al n. 4/2017 del registro della stampa.

Direttore Responsabile: Rossella Montemurro

Contatti: tuttoh24@gmail.com

Rossella Montemurro

Giornalista professionista materana. Laureata in Scienze dell’educazione, si è perfezionata in Bioetica e Terapia familiare e relazionale. Ha lavorato per Il Quotidiano della Basilicata – occupandosi dei settori “Cronaca” e “Cultura” -, Il Mattino di Foggia, Il Mattino di Puglia e Basilicata, il Roma e con la testata giornalistica online “Il mio TG”. Ha collaborato con le emittenti televisive “Antenna Sud” e “Lucania Tv”. Attualmente dirige la testata giornalistica online www.tuttoh24.info e collabora con la casa editrice Altrimedia. Nel 2004 ha pubblicato per Ediesse Edizioni “I giorni di Scanzano”. Il volume, nel 2005, ha ricevuto la segnalazione della Giuria del Premio letterario Basilicata. Nel 2010 ha pubblicato per BMG Editrice “Carabinieri a Matera. Tradizione e modernità al servizio dei cittadini”. La pubblicazione è stata autorizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Nel 2019 ha pubblicato per Altrimedia Edizioni “Calci e pugni sul tetto del mondo. Biagio Tralli, identikit di un campione” e nel 2021 "Ilmio tuffo nei sogni"

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap