sabato, 13 Luglio 2024

Per la prima volta, la Biblioteca dell’Accademia di Belle Arti di Napoli – dedicata alla memoria di Anna Caputi, sua storica curatrice – apre le sue porte agli iscritti del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, nell’ambito degli appuntamenti intitolati “Cosa FAI oggi?”.

Nel corso delle visite straordinarie di SABATO 26 NOVEMBRE 2022 (ORE 11.00 E ORE 12.00) – curate dalla dottoressa Manuela D’Agostino della Biblioteca ‘Anna Caputi’ dell’Accademia di Belle Arti di Napoli – sarà anche possibile ammirare volumi e documenti preziosi, mostrati agli iscritti del FAI in occasione di questa doppia visita speciale, promossa dalla Delegazione FAI di Napoli – guidata dal Presidente Michele Pontecorvo Ricciardi (attuale Capo Delegazione del FAI Campania) – e da Michelangelo Iossa, Delegato alla Cultura per la Delegazione FAI di Napoli.

Istituita nella metà del XIX secolo, la Biblioteca trovò un suo assetto definitivo ad opera dell’architetto Enrico Alvino che ne curò il trasferimento dal Palazzo degli Studi (oggi MANN – Museo Archeologico Nazionale di Napoli), dove l’Accademia era originariamente collocata, all’attuale sede, tra Largo Nanni Loy e Via Santa Maria di Costantinopoli.

La Biblioteca possiede decine di migliaia di volumi: pubblicazioni a carattere generale, manuali di storia dell’arte, di arte decorativa, arte industriale, design, anatomia artistica, disegno, chimica, geometria, estetica, scenografia, storia del teatro, storia del cinema, fotografia, incisione e arte contemporanea.

Di grande interesse sono i documenti conservati nelle sale della Biblioteca tra albi, atti, cataloghi, memorie, statuti e Regi decreti.

Foto in copertina di Gianluca Nariello

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap