Si è tenuta
domenica scorsa la Festa del donatore Fidas Grassano edizione 2018 speciale
per la presenza di ospiti venuti da fuori 
Regione: la gemellata sezione Vas Paganica L’Aquila e Fidas Vaglio di
Basilcata. Un appuntamento annuale che la Fidas Grassano propone ai propri
donatori come momento di incontro e l’occasione per la consegna di
riconoscimenti a  quanti si sono distinti
raggiungendo un alto numero di donazioni.

Un clichè
standard quello della Festa che inizia con la Santa Messa domenicale, celebrata
nella parrocchia Madonna della Neve,  per
ringraziare il Signore del dono della vita ricevuto e  allo stesso tempo del prezioso dono di sangue
che i volontari effettuano per le persone bisognose di terapia trasfusionale.
Un’edizione speciale perché ha visto la partecipazione di due sezione gemellate
la Fidas Grassano, il Vas Paganica di L’Aquila, gemellaggio siglato in seguito
agli scambi e agli aiuti arrivati anche da Grassano alle popolazioni colpite
dal terremoto dell’Aquila del 2009, e della sezione di Vaglio di Basilicata
gemellaggio più datato con l’obiettivo di collaborazioni, incontri comuni e
scambi non solo associativi ma condivisione culturali. In tutto ciò anche i
momenti di festa servono a rafforzare sempre di più il legame che c’è tra le
sezioni e i donatori di sangue.

Una splendida  giornata di sole primaverile ha fatto da degna
cornice a questa giornata che ha visto la partecipazione di molti donatori che
hanno partecipato sia alla funzione religiosa che al momento conviviale nel
quale non sono mancati i saluti dei dirigenti associativi. Infatti, il
Vicepresidente nazionale, Pierfrancesco Cogliandro, nel portare il saluto del
Consiglio direttivo nazionale Fidas ha avuto parole di stima ed elogio per
questa storica sezione Fidas Grassano che costituisce un caposaldo della
donazione non solo in Basilicata e che rappresenta anche un modello
organizzativo efficiente e significativo. Il Presidente Fidas Basilicata,
Pancrazio Toscano, nel rivolgere il ringraziamento della Fidas Basilicata ai
641 donatori attivi di Grassano ha ricordato che un anno impegnativo attende
l’associazione che nel 2019 ospita a Metera un grande evento nazionale Fidas,
in Congresso nazionale che vedrà la partecipazione di donatori provenienti da
tutte le regioni d’Italia. Ed il Dr, Angelo Denisi, Direttore sanitario della
Fidas Grassano, ha rimarcato l’impegno e lo sforzo per tutelare la salute dei
donatori ed assicurare ai trasfusi qualità e sicurezza.

Vi è stato un
momento di scambio di doni e messaggi tra le 3 sezioni gemellate, Grassano
Paganica di L’Aquila e Vaglio Basilicata, che hanno confermato con i
Presidenti, Antonietta Tortorelli, Paolo Pasqua E Isa Cammarota l’impegno a tenere
vivo il rapporto di amicizia e collaborazione. Molta soddisfazione ha espresso
la Presidente di Casa Fidas Grassano che ha comunicato la decisione
dell’Assemblea di dedicare Casa Fidas Grassano alla memoria della compianta
“Imperia Vignola”, ha ringraziato i dirigenti ed i collaboratori associativi ma
soprattutto i numerosi donatori che da 37 anni assicurano una preziosa risorsa
ai servizi trasfusionali ed ai pazienti di Basilicata e d’Italia. Ha rivolto,
infine, l’invito ad essere constanti nell’impegno e ad assicurare donazioni e
collaborazioni. Questi donatori premiati medaglie d’oro Vincenzo Denisi,
Domenico Manna, Antonietta Calabrese; medaglie d’argento Giuseppe Annecca,
Giuseppe Pontillo, Patrizia Pontillo, Mario Calbrese, Innocenzo  Gentile, Margherita Lorusso, Rocco Lerose,
Maria Deniso, Innocenzo Siggillino, ; gli attestati Gabriele Montemurro, Rosa
Panico, Alessia Gesualdi, Grazia celiberti, Rossella Carbone, Francesco
Lucisano, Caterina Cirigliano, Filomena Tortorelli, Rachele Digirolamo.
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *