sabato, 20 Luglio 2024

“Il 16 febbraio scorso ho partecipato a Roma, al Ministero della Transizione ecologica, ad un incontro decisivo con la sottosegretaria di Stato Vannia Gava, per discutere di due tratte ferroviarie fondamentali: la Ferrandina-Matera e la Potenza-Foggia”. Ad affermarlo, l’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra, che aggiunge: “La Ferrandina-Matera, inserita finalmente da questo governo regionale tra le opere prioritarie e dunque finanziate per la parte mancante sul Pnrr aveva concluso già a fine dicembre il suo iter autorizzativo a meno del decreto del ministro della Transazione ecologica relativo alle Valutazioni di impatto ambientale. Dopo l’ok della commissione Via del 3 febbraio scorso – ha proseguito l’esponente della giunta lucana – si prevede emissione favorevole del decreto la settimana prossima: quest’ultimo parere ministeriale è necessario alla firma definitiva da parte della commissaria straordinaria Vera Fiorani e del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi”.  L’assessore Merra ha quindi affermato che “sul fronte della decisiva conversione del trasporto regionale alla matrice ferroviaria, di fondamentale importanza è anche l’elettrificazione della linea Potenza-Foggia, pure questa, al momento, all’analisi delle Valutazioni di impatto ambientale, il cui primo parere favorevole è pervenuto dal ministero dell’Ambiente il 19 gennaio scorso, mentre è il corso di emissione la seconda e ultima verifica. Questo, per quanto riguarda il tratto Foggia-San Nicola di Melfi. Per quanto concerne il tratto San Nicola di Melfi-Potenza – ha evidenziato – insistono invece questioni non di natura ambientale, ma relative al ricorso da parte di un operatore economico sull’aggiudicazione dei lavori espletata: a tal proposito sono in corso verifiche che si concluderanno in tempi brevi”.  

Secondo l’assessore Merra “le interlocuzioni dirette con i Ministeri e con Rfi sono alla base di ogni buona ed efficace azione politica che un amministratore deve mettere in campo; ho operato in questo modo sin dall’inizio di questo difficile mandato, anche senza darne roboante evidenza e credo che molti risultati siano tangibili, sebbene lungo sia il cammino per colmare il gap degli ultimi anni. Il progetto ulteriore della variante ferroviaria diretta sull’area di San Nicola di Melfi – ha detto ancora – è l’ultimo esempio di come una goccia di impegno costante stia finalmente in questa regione scavando la roccia dell’indifferenza e della sfiducia. Io ci credo”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap