Come sarebbe vivere nei panni di un altro? Scambiarsi le esistenze, le abitudini, la routine? Diciamo la verità, ognuno di noi, almeno una volta lo ha pensato, ha fantasticato, sognato, desiderato.

La realtà, però, è sempre molto diversa. Con un romanzo dal ritmo sostenuto e particolarmente coinvolgente, Clara Sànchez, l’autrice spagnola più amata in Italia, ha affrontato in modo singolare questa tematica in Cambieremo prima dell’alba (Garzanti, traduzione di Enrica Budetta).

La protagonista è Sonia, una 27enne spagnola malinconica e insoddisfatta che ha da poco perso il padre. Quando la sua amica Karen le chiede di sostituirla come cameriera nel resort a cinque stelle di Marbella per il quale lavora, Sonia accetta trovandosi catapultata in una realtà scintillante, circondata da gente ormai assuefatta al lusso, invidiando quel tenore di vita così ostentato. In quelle giornate in cui lei è come se dovesse anticipare i desideri degli ospiti, non può fare a meno di immaginarsi “dall’altra parte”, al posto dei clienti pieni di soldi che deve servire.

Sonia conosce un po’ di arabo e, nonostante abbia tanto da imparare e sia ancora maldestra, la direzione è disposta a chiudere un occhio: presto arriverà il re saudita con le due mogli e i figli e Sonia è indispensabile.

Ben presto diventa la cameriera preferita dalle principesse che le chiedono di fare a Palazzo  lezioni di spagnolo. Scoprirà però che le lezioni sono solo un escamotage di Amina per farle una proposta allettante ma al tempo stesso rischiosa: scambiarsi, per un giorno solo, i “ruoli”. Amina e Sonia sono due gocce d’acqua, Sonia legge negli occhi della ragazza una disperata voglia di libertà. E accetta. Tanto, all’alba, ogni cosa tornerà come prima.

Peccato solo che Amina non torni e il sogno di Sonia si trasformi presto in un incubo, per diversi motivi. In primis, è stata ingannata. Poi, quella vita così sfarzosa che ammirava dall’esterno, per una donna saudita è molto dura, significa essere imprigionata, in tutti i sensi

Leggero nelle prima pagine, molto intimista subito dopo, Cambieremo prima dell’alba affronta diversi argomenti (il peso delle scelte, le apparenze che non sempre ingannano, l’indipendenza delle donne, che resta ancora una sfida aperta per la quale vale sempre la pena di lottare) ed è l’ennesima conferma del talento della Sánchez: i suoi libri scalano le classifiche e conquistano le pagine della stampa più autorevole.

La Sánchez l’unica scrittrice ad aver vinto con i suoi romanzi i tre più importanti premi letterari spagnoli: il premio Alfaguara con La meraviglia degli anni imperfetti, il premio Nadal con Il profumo delle foglie di limone, bestseller che ha venduto un milione di copie, in cima alle classifiche di vendita per anni, e il premio Planeta con Le cose che sai di me. In Italia sono tutti pubblicati da Garzanti, insieme a La voce invisibile del vento, Le mille luci del mattino, Entra nella mia vitaLa forza imprevedibile delle paroleL’amante silenziosoL’estate dell’innocenza e l’attesissimo seguito del ProfumoLo stupore di una notte di luce. Nel 2018 ha partecipato con un racconto all’antologia su madri e figli intitolata Tu sei parte di me.

Rossella Montemurro

Pubblicità
Pubblicità