Sei bella ma non bellissima, non hai grandi qualità e hai anche problemi economici. Eppure un uomo affascinante e ricchissimo perde la testa per te e dopo solo un mese ti chiede di sposarlo. A Poppy sembra di vivere un sogno. Dopo che era stata licenziata come babysitter, si era ritrovata sola, senza una casa e senza soldi. Quell’incontro con Drew – un uomo d’affari di quindici anni più grande –, per caso in un bar, le ha cambiato la vita.

Ora non ha più bisogno di lavorare, può acquistare vestiti da favola, vive in una villa enorme e, qualsiasi desiderio lei abbia, Drew è pronto a esaudirlo. È tutto fantastico, quasi troppo bello per essere vero.

C’è solo un piccolo particolare: Poppy e Drew hanno fatto un patto, su insistenza di Drew: non dovranno mai parlare del proprio passato. Se sulle prime questa “stranezza” a Poppy non pesa – anche lei ha qualcosa da nascondere – con il passare dei giorni diventa un problema. La villa, Thursday House, inizia a sembrarle un po’ inquietante, si verificano strani incidenti ed è ormai chiaro che nessuno, a Linfield, abbia intenzione di avvicinarsi a quella mastodontica costruzione. Per non rimanere sola durante il giorno mentre Drew lavora, Poppy chiede alla sua amica Gina di trasferirsi lì. Intanto, emergono piccoli tasselli del passato di Drew…

È pieno di colpi di scena I complici (Piemme, traduzione di Elena Cantoni) di Rebecca Reid, ricco di suspense, pronto a stupire, a sparigliare le carte. L’autrice – che si era già fatta conoscere con Le bugiarde (Piemme) il suo primo thriller acquisito per una cifra vertiginosa dall’editore di Paula Hawkins,ed entrato nelle classifiche inglesi appena pubblicato – ha confermato il suo talento nell’imbastire trame in grado di catturare il lettore.

I complici alterna toni da soap a scene mozzafiato, così come alle pagine ambientate nel presente intreccia quelle del passato di Poppy, una doppia dimensione temporale che contribuisce a tenere sempre alta la tensione. La chiave di tutto è nel passato, proprio in quel passato che Poppy ma soprattutto Drew volevano nascondersi a vicenda.

Avvincente e con un buon ritmo, I complici ha tutti i requisiti per avvincere il lettore. Un thriller di serie A, insomma, destinato a scalare le classifiche.

La Reid una giornalista freelance inglese. Scrive per The Telegraph, Metro ed Evening Standard, e lavora molto anche su radio e tv.

Rossella Montemurro

Pubblicità
Pubblicità