Sesto posto per i Sassi di Matera nella top ten mondiale della classifica stilata da TripAdvisor sui siti culturali riconosciuti dall’Unesco più apprezzati dai viaggiatori che ricorrono al sito e scrivono i loro giudizi. Nella classifica delle recensioni al primo posto si piazza Angkor Wat, il sito archeologico con tempio khmer in Cambogia. Si inserisce tra i luoghi più apprezzati un sito della Shoah, Auscwitz. Dei 53 siti italiani solo i Sassi entrano nei primi dieci posti. Tra le regioni italiane la più amata risulta nettamente la Toscana.
La top ten italiana
I primi dieci posti italiani vedono, dietro ai Sassi di Matera, il Duomo di Monreale in Sicilia, e poi il centro storico di Siena. A ruota c’è la Basilica Patriarcale di Santa Maria Assunta ad Aquileia (Udine), dopo di che vengono la Val d’Orcia (nel senese), la Basilica di San Francesco di Assisi sesta, la Costiera amalfitana settima, il sito archeologico di Pompei ottavo, il centro storico di Firenze nono, e Venezia e la laguna al decimo.
La top ten mondiale
Primo il sito di Angkor Wat, presso Siem Reap in Cambogia. Secondo è il Taj Mahal in India,
mausoleo fatto erigere da Shah Jahan per la morte della moglie Mumtaz Mahal. Terza la Grande
muraglia cinese. Quarto il sito del popolo inca di Machu Picchu, in Perù, a 2.400 metri di altitudine sulle Ande. Quinto il parco nazionale di Iguazù, tra Brasile e Argentina, con una foresta selvaggia e le cascate più grandi del mondo alte fino a 70 metri.
Sesti sono i Sassi di Matera. Settimo un luogo tragico: Auschwitz Birkenau, Polonia, testimonianza dell’Olocausto e fino a che punto può arrivare la ferocia umana, eretto dai nazisti nel 1940.
Ottava è la Città vecchia di Gerusalemme, Israele, tra muro del Pianto, il Santo Sepolcro, e l’incrociarsi delle tre religioni monoteiste.
Nono posto per le zone storiche di Istanbul, con capolavori come Palazzo Topkapı, la Basilica di Santa Sofia, le moschea Blu e di Solimano. Infine decimo il centro storico di Cracovia, città in Polonia con architetture medioevali.

Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *