venerdì, 19 Luglio 2024

Tragedia di Nova Siri, disposta l’autopsia

La Procura della Repubblica di Matera ha disposto l’autopsia per Nicola Lasalata e Giuseppe Martino, i due vigili del fuoco materani di 45 anni deceduti nel pomeriggio di mercoledì 17 luglio a Nova Siri. L’incarico sarà conferito sabato 20 luglio a personale...

È stato presentato con successo nei giorni scorsi alle Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie, in occasione della decima edizione del festival Libri nel Borgo Antico, il volume “Cantò come Dea” (edizioni Nemapress) di Antonella Pagano. La poetessa e artista materana ha dialogato con Pina Catino, presidente Club UNESCO di Bisceglie, in una serata che è stata impreziosita dalle voci narranti della giornalista Antonella Salerno e del poeta Zaccaria Gallo.
Nel volume, liriche e saggi carichi di speranze e ammonimenti, nel nome della Bellezza e della sensibilità.
‘Raccoglierò le lacrime di tutte le donne’, poesia centrale e ‘Cantò come dea’ – titolo mutuato dall’altro importante scritto insieme al corposo saggio della Pagano, intitolato: ’Sappia la bella parola farsi bell’azione’ risultano essere, dalle parole del CICT – UNESCO e del Club UNESCO di Lucca che hanno deciso di promuovere l’Opera, un vero programma d’azione comunicato, partecipato a tutti…si ritiene che da sociologa della comunicazione, la Pagano abbia strutturato uno strumento comunicativo senza limiti di target”.
Attraverso il suono dell’armonica, a Bisceglie, la poetessa ha condotto il pubblico – quasi preso per mano da risonanze armoniche e vibrazioni – in un percorso ricco di suggestioni.
Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap