mercoledì, 24 Luglio 2024

Si sono appena conclusi ad Antalya, in Turchia, i Campionati Europei di Kickboxing WAKO Senior.

Edizione da record con ben 46 nazioni presenti e circa 1500 atleti iscritti – da considerare però l’assenza della Russia, Bielorussia e la nazionale ucraina dimezzata.

Nella Nazionale italiana era presente un folto gruppo di atleti lucani seguiti dal Direttore Tecnico Biagio Tralli:

– Debora Fiorino -60 Kg Low Kick  Dynamic Center Matera 

– Donatello Musto -71 Kg Low Kick Dynamic Center Matera

– Stiven Alla -91 Kg Low Kick Dynamic Center Matera 

– Danilo Andrulli -67 Kg K-1 Dynamic Center Matera/ Elite – Kickboxing Putignano

– Michele Dichio -71 Kg C.A.M. Athena Club Montescaglioso (MT)

Il primo a salire sul ring è Danilo Andrulli opposto al tedesco Dibert Bekoy Patrick. Il materano parte contratto ma riprende subito il match in mano vincendo gli ottavi di finale e accedendo di diritto ai quarti. Purtroppo deve abbandonare il suo sogno europeo per un brutto infortunio alla mano. 

Dopo il fighter materano è la volta del montese Michele Dichio opposto al Campione francese Tavers Mathieu. Il montese parte con il turbo stando sempre in vantaggio nella prima e seconda ripresa ma alla fine della seconda  Mathieu riesce a piazzare una potente ginocchiata che debilita la prestazione di Dichio. Quest’ultimo cede i quarti di finale all’atleta transalpino.

Subito dopo è la volta di Musto Donatello che deve incrociare i guantoni contro il campione spagnolo Francisco Rodriguez Anino. Al suono della campanella entrambi gli atleti accendono una battaglia pazzesca, nessuno vuole cedere il passo all’altro ma al suono dell’ultima campanella i giudici premiano l’atleta spagnolo. Donatello, alla sua prima trasferta con la Nazionale, scende dal ring a testa alta sotto gli applausi del pubblico presente. 

Sale sul ring Debora Fiorino opposta alla svizzera Blanc Olivia. Fiorino parte molto determinata portando subito il match a suo vantaggio ma l’atleta Svizzera non vuole regalare nulla e negli ultimi secondi riesce a ribaltare il match. L’atleta materana scende dal ring con la consapevolezza di poter competere e far bene in questi tornei. 

L’ultimo dei fighters lucani a salire sul ring è Stiven Alla opposto al fortissimo campione serbo Cvjeticanin Milos: al suono della campanella i due atleti non si risparmiano sui colpi dando vita a un match molto equilibrato e bellissimo da vedere. Stiven però negli ultimi secondi cala di concentrazione e per un punto deve abbandonare il sogno della  medaglia, lasciando la semifinale al serbo. 

“Sono triste per ciò che è accaduto a Danilo Andrulli, ero certo che se non si infortunava la mano sarebbe giunto sul podio poiché è un atleta abbastanza maturo. – commenta il Direttore Tecnico della Nazionale Italiana, il Maestro Tralli – Sono contento per la prestazione degli altri atleti che sicuramente hanno capito che se vogliono competere con questi top fighters si dovranno allenare molto più duramente”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap