Anatomia di un matrimonio a pezzi. È sui frammenti di una coppia che sembrava unita e innamorata, quella di Daisy e Si­mon che si basa Bugie bugie bugie (Newton Compton, traduzione di Lorena Marrocco)  di Adele Parks, un’autrice bestseller da oltre 3,8 milioni di copie tradotta in 27 lingue.

Daisy è un’insegnante e Simon un designer di interni. Hanno una figlia, Millie e, a distanza di sei anni, Simon sente il desiderio di darle un fratellino o una sorellina. Nonostante le difficoltà per riuscire ad avere Millie, Simon inizia una martellante opera di persuasione nei confronti di Daisy. La moglie, molto più obiettiva di lui, tenta, invano, di fargli cambiare idea.  Ad un tratto Simon, insospettito dalla reticenza di Daisy, sarà pervaso da un dubbio atroce. E il suo debole per l’alcol si esaspererà insieme a una serie di comportamenti che gli faranno perdere il lavoro intrappolandolo in un pericoloso circolo vizioso. Non solo, la sua irascibilità e la sua mancanza di lucidità gli faranno perdere del tutto il controllo con conseguenze tragiche per la piccola Millie. In contemporanea, dal passato di Daisy spunta un uomo – una presenza ingombrante e minacciosa.

Nella narrazione si alternano capitoli con le voci di Daisy (in prima persona) e Simon (in terza) fornendo in questo modo al lettore un quadro chiaro non solo di ciò che accade quanto anche dei pensieri, dei sentimenti, del vissuto dei protagonisti.

La Parks ha scritto un thriller psicologico d’effetto, che cattura il lettore trascinandolo in un vortice di bugie. Ogni volta, quando si pensa di aver intuito qualcosa sull’intricato vissuto dei due componenti della coppia, ci si ritrova al punto di partenza. Né Simone né Daisy sono esenti da colpe. C’è sempre, in ciascuno di loro qualcosa che sfugge, una zona d’ombra.

Dopo le prima cento pagine si entra nel vivo di una storia contorta che svela ipocrisie e insospettabili segreti in un crescendo di colpi di scena.

La Parks è una delle scrittrici di narrativa più amate e vendute nel Regno UnitoHa vissuto in Italia, Botswana e a Londra. Ora vive nel Surrey, con il marito, il figlio adole­scente e il loro gatto.

Rossella Montemurro

Pubblicità
Pubblicità