mercoledì, 24 Luglio 2024

A oggi sono stati quasi in 250.000 a guardare il video del nuovo brano “Fanc… il debito” che il cantautore Giuseppe Povia ha postato pochi giorni fa sulla sua pagina Facebook.

Una “canzone di denuncia e protesta”, così l’ha definita Povia, “in quanto finalmente la Regina Europa è nuda! Poco fa si è tolta la maschera dicendo: ‘gli Stati possono creare i soldi che vogliono’. Sapete perché? Perché ora siamo tutti a rischio, poveri, precari e miliardari”.

“Fanc… il debito, più sanità, più sicurezza, più salute, più soldi più cure, meno soldi più sventure. – sono alcuni versi del brano – C’è una notizia bella, i soldi si creano dal nulla e se servono per curare la gente bisogna ignorare i vincoli europei per queste emergenze.  E come? Come come? Facendo un deficit così possiamo curarci anche tutti insieme subito, creando subito lavoro, stanze, medici, infermieri, assistenti, medicinali, macchinari, ospedali, capannoni, qualunque cosa serva per salvare essere umani”.

Povia non è nuovo a quelle che definisce provo-canzoni,  già in  “NuovoContrordineMondiale”, un doppio cd di quattro anni fa  aveva esposto le sue tesi in brani su temi di economia, finanza e politica.

Appena possibile “Fanc… il debito” (il video è anche sul canale You Tube del cantautore, https://www.youtube.com/channel/UCkxQ4k8d89TfvgCXtNm9jZg) sarà realizzata in studio. Tra i prossimi progetti del cantautore, un album che verterà sull’adolescenza.

Rossella Montemurro

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap