Pubblicità

Nel
corso della settimana, i  Carabinieri
della Compagnia di Matera, durante una consistente attività
info-investigativa tesa al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nel
materano, hanno tratto in arresto un 32enne, pregiudicato, del posto, per
detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.  
In
particolare i militari della Stazione di Matera nel corso di un pattugliamento lungo
le strade del centro urbano e periferiche del capoluogo, transitando presso
alcune palazzine di uno dei principali borghi di Matera, hanno notato un
insolito via vai di persone, anche durante gli orari più inconsueti – ad esempio nella tarda notte. Insospettiti da tali movimenti, i carabinieri hanno
incominciato ad effettuare alcuni servizi di osservazione, notando, nello
specifico, che un 32enne del posto, usciva numerose volte dalla propria
abitazione, anch’egli in orari insoliti, incontrandosi con altre persone
per poi allontanarsi rapidamente. I militari, appurato che tale dinamica si
ripeteva in più occasioni, valutati gli elementi indiziari in possesso, alla
luce di alcuni riscontri effettuati, decidevano di fare irruzione nell’a
bitazione dell’uomo sospettato. Il
32enne, nella circostanza, cercava di mostrarsi sorpreso e perplesso di
quel controllo. Il personale operante, ancora più insospettito dall’atteggiamento dell’uomo, che rispondeva in maniera evasiva alle domande, ha deciso di procedere ad un’accurata perquisizione
domiciliare e personale. Le ricerche sortivano esito positivo, dato
che, all’interno della stanza da letto dell’uomo, ben occultate all’interno
di un mobile, sono stati trovati circa 400 grammi di sostanza stupefacente tra
hashish e marijuana, suddivisa in varie dosi ben confezionate con del
cellophane. Nel prosieguo delle operazioni, sono state rinvenute inoltre, circa
250 € in contanti, provento dell’attività di spaccio, nonché un bilancino
digitale di precisione utilizzato per pesare la droga, al fine di
ripartire le varie dosi. Alla luce degli elementi probanti raccolti, il 32enne
è stato condotto presso il Comando Stazione di Matera dove veniva
dichiarato in stato di arresto. Di quest’ultimo è stata data notizia alla Procura
della Repubblica di Matera, diretta dal Procuratore dott. Pietro Argentino.
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *