sabato, 20 Luglio 2024

Gli operatori olandesi della gastronomia e della ristorazione scoprono e apprezzano i prodotti della Basilicata, tanto da avviare rapporti commerciali con alcune aziende lucane che hanno da poco partecipato a una missione promozionale fra Amsterdam e Vianen. Il viaggio in Olanda, organizzato per stringere altri contatti commerciali all’estero dopo la precedente e positiva esperienza di novembre in Belgio, rientra nel progetto Lucanica 2.0, iniziativa promossa da TotalEnergies EP Italia con i partners della JV Tempa Rossa, Shell Italia E&P e Mitsui E&P Italia B, in collaborazione con la società di consulenza Octagona.

Nel corso della tre giorni nei Paesi Bassi, i rappresentanti delle imprese lucane hanno incontrato importatori, distributori e grossisti del Food & Beverage dei segmenti Retail e Horeca.

Alla trasferta in Olanda hanno partecipato i rappresentanti delle aziende aderenti a Lucanica 2.0, accompagnati dai responsabili di TotalEnergies EP Italia e dai manager di Octagona.

Appuntamento clou della missione in Olanda è stato “Autenticità lucane a tavola”, l’evento di degustazione che si è tenuto al Miele Experience Center di Vianen, caratteristico centro non molto distante da Amsterdam. Numerosi i visitatori che, nel corso della giornata, si sono intrattenuti allo stand di Lucanica 2.0, gustando gli invitanti prodotti dell’enogastronomia locale, fra cui vini, formaggi, olio, salumi, pasta e biscotti. Dopo la presentazione del progetto ai buyer e la proiezione di un video prodotto da TotalEnergies per promuovere le aziende partecipanti, ci sono stati i saluti del presidente dell’Associazione Italiana Cuochi in Olanda, Mario Loina.

Il menù presentato nel corso dell’evento, appositamente creato per esaltare i sapori e i prodotti delle pmi lucane, ha riscosso un notevole successo fra i partecipanti all’evento di degustazione, fra cui importatori, ristoratori, chef, distributori, grossisti, giornalisti. Oltre allo chef Francesco Lorusso del ristorante Bramea, che aveva già partecipato alla missione in Belgio di novembre insieme al sommelier Antonio Menchise, hanno fatto parte della delegazione di Lucanica 2.0 altri due promettenti cuochi lucani: Antonello Guerrieri e Luciano De Palma, entrambi di Corleto Perticara. Il giorno successivo è stato dedicato alla visita di alcuni punti vendita di Amsterdam per studiare il mercato olandese, il posizionamento dei prodotti sugli scaffali e il packaging. Nello specifico, gli imprenditori lucani hanno fatto tappa a “Sligro Food Amsterdam”, “La Bottega di Chiara” e “Nederland Appetito/Novitalia”. Numerosi i contatti stabiliti con gli operatori olandesi, che hanno fornito riscontri positivi ai prodotti delle aziende lucane.

“RadioCom TV, la web radio TV per gli italiani nel mondo sostenuta dal Ministero degli Esteri – dichiara il direttore Filippo Giuffrida Répaci – ha partecipato con interesse a questa seconda occasione, dopo la missione in Belgio, di promozione delle eccellenze enogastronomiche lucane. Eventi come questi permettono di far conoscere meglio le tipicità della regione non solo alla comunità italiana all’estero, ma anche ai distributori e ristoratori olandesi, garantendo una reale internazionalizzazione. Siamo lieti che l’esperienza belga e olandese possa replicarsi in altri Paesi grazie alla JV Tempa Rossa che investe anche al di là del settore specifico dell’oil & gas”.

“Conoscevo in particolare i vini di Vigne del Vulture per la loro unicità nel processo di invecchiamento in terracotta, che dà un profumo e un gusto al prodotto irripetibile”, evidenzia Italo Tersi, importatore da quasi 50 anni di prodotti italiani in Belgio. “Il mio impegno è continuo nel far conoscere questa unicità a ristoratori e distributori come ad esempio Intermarché, con 160 punti vendita solo in Belgio e circa duecento ristoranti”. “Di recente, grazie al progetto Lucanica 2.0 – prosegue – ho fatto ordini di salumi dell’azienda Sapori mediterranei e della pasta del pastificio Cirigliano. L’ottimo menù preparato dagli chef lucani con i prodotti di tutte le aziende partecipanti durante lo show cooking ha aggiunto un valore in più. L’esplosione di gusto che ho assaporato assaggiando per esempio la crema di castagna con peperoni cruschi e olive è indimenticabile”.

Jesse Keus, titolare della Van Raalten Import di Amsterdam importa prodotti italiani per il segmento HORECA di alto livello (Hilton hotel per esempio). “È importante conoscere la storia all’origine dei   prodotti e il modo in cui gli stessi sono stati preparati, al fine di poterli presentare agli chef. Abbiamo visto prodotti molto interessanti per il settore, in particolare il peperone crusco e i salumi. Ritengo sia molto utile organizzare eventi come lo show cooking, per capire il tipo di ricette che si possono realizzare e come supportare il posizionamento di un prodotto che in Olanda avrà ottimo riscontro”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap